International Compliance,  Fattura Elettronica

Fatturazione elettronica B2B in Francia

Fatturazione Elettronica B2B in Francia

La Francia sta procedendo con il suo nuovo sistema di fatturazione elettronica per le aziende private. Il Ministero dell'Economia, delle Finanze e del Recupero ha già definito il quadro giuridico e tecnico per l'implementazione della fatturazione elettronica obbligatoria tra aziende private (B2B) e dell'e-Reporting.

Attualmente sta ultimando i dettagli del nuovo modello di fatturazione elettronica B2B e di e-Reporting. A tal fine, l'autorità fiscale francese Direction Générale des Finances Publiques (DGFiP) e l'agenzia statale Agence pour l'Informatique Financière de l'Etat (AIFE) hanno organizzato una serie di gruppi di lavoro con aziende e fornitori di tecnologia, tra cui EDICOM.

Analizziamo le caratteristiche del nuovo modello di fatturazione elettronica francese con gli ultimi sviluppi annunciati dal governo.

Indice dei contenuti [Nascondi]

Nuovo sistema di fatturazione elettronica ed e-Reporting

La Direction Générale des Finances Publiques (DGFiP) ha annunciato le linee guida del nuovo modello di gestione tributaria, sulla base dei risultati ottenuti dopo la valutazione effettuata insieme a tutte le parti interessate (aziende, fornitori di tecnologia e parti interessate dell'amministrazione).

Il nuovo schema di tassazione prevede l'uso obbligatorio della fatturazione elettronica tra aziende private, nonché la trasmissione dei dati delle transazioni all'amministrazione e la comunicazione elettronica dei dati IVA.

Obiettivi del nuovo sistema fiscale

Tra gli obiettivi perseguiti dal governo con l'implementazione della fatturazione elettronica, la DGFIP sottolinea quanto segue:

  • Rafforzare la prevenzione e la lotta contro le frodi fiscali.
  • Ridurre i costi dei controlli fiscali.
  • Semplificare la dichiarazione dell'IVA da parte dei contribuenti.
  • Raggiungere una maggiore competitività riducendo i costi.
  • Migliorare la conoscenza della situazione economica grazie alla comunicazione immediata di informazioni sull'attività delle aziende.

Vantaggi della fatturazione elettronica

Con la generalizzazione della fatturazione elettronica, il governo francese intende modernizzare l'attuale sistema fiscale, a vantaggio sia dello Stato che delle imprese.

Benefici della fatturazione elettronica per le aziende:

  • Riduzione dei costi di elaborazione delle fatture durante l'intero ciclo di vendita.
  • Riduzione degli oneri amministrativi nei processi di gestione fiscale.
  • Migliore controllo delle scadenze di pagamento.
  • Automazione dei processi di fatturazione
  • Miglioramento delle relazioni commerciali.

Benefici della fatturazione elettronica per lo Stato:

  • Miglioramento della lotta alle frodi fiscali.
  • Aumento della riscossione dell'IVA.
  • Maggiore conoscenza dell'attività imprenditoriale.

Modello proposto: Schema a Y

Nella relazione iniziale il governo ha valutato due possibili schemi, denominati "V" e "Y". La V si basava su uno schema simile a quello imposto in Italia, mentre la Y era più simile ai sistemi di fatturazione elettronica sviluppati in America Latina.

Alla fine, il governo francese ha deciso di optare per lo schema a "Y". In questo modello, le fatture elettroniche vengono preventivamente validate ed elaborate dalla figura della Piattaforma di Dematerializzazione Partner (Plateforme de Dématérialisation Partenaire), prima di essere comunicate al governo. Uno dei Paesi di riferimento per questo modello è il sistema fiscale CFDI del Messico, il cui successo è servito da esempio da seguire in molti altri Paesi, come la Francia.

Il governo sfrutterà l'infrastruttura di Chorus Pro, l'attuale portale statale per la fatturazione elettronica con le amministrazioni pubbliche, adattandola al nuovo sistema di fatturazione elettronica B2B.

Il Ministero delle Finanze ha affermato che la scelta dello schema a Y si basa sulla necessità di conciliare la libertà di consentire alle aziende di scegliere il fornitore di tecnologia di fatturazione elettronica di loro scelta con l'obbligo di comunicare all'amministrazione i dati di fatturazione, le transazioni e le informazioni sui pagamenti.

¿Quali aziende saranno interessate?

Tutte le società soggette all'Imposta sul Valore Aggiunto.

Calendario di implementazione

Il governo francese ha stabilito un calendario per l'adesione graduale al nuovo sistema di emissione delle fatture e di e-Reporting a seconda delle dimensioni delle imprese:

  • Settembre 2026: obbligo di essere pronti a ricevere le fatture elettroniche per tutte le aziende e obbligo di emissione della fattura elettronica per le grandi e medie imprese.
  • Settembre 2027: obbligo di emissione di fatture elettroniche per le PMI e le microimprese.

Formato della fattura elettronica

La fattura elettronica potrà essere emessa in formato UBL, CII o Factur-X.

Solo le Piattaforme di Dematerializzazione Partner (PDP) avranno la possibilità di inviare altri tipi di formati (EDIFACT, XML, ecc.) a condizione che sia i fornitori che i clienti si avvalgano di PDP.

Firma elettronica

La firma delle fatture elettroniche non è obbligatoria, ma è altamente consigliata. Raccomandiamo sempre di firmare le fatture in tutti i casi, sia che si tratti di fatture EDI sia che si tratti di fatture dematerializzate secondo qualsiasi altro standard (anche se questo non è l'unico mezzo accettato in Francia per preservare l'integrità e l'autenticità dei documenti).

Il tipo di firma elettronica accettato per l'invio delle fatture elettroniche è la firma elettronica qualificata. Si tratta del tipo di firma che offre maggiori garanzie, motivo per cui questo meccanismo è stato naturalmente scelto nell'ambito della normativa francese vigente in materia di firma elettronica e fatture. Questa firma viene apposta attraverso un certificato elettronico qualificato e un dispositivo sicuro per la creazione della firma.

I PDP devono garantire la fornitura di servizi che soddisfino i requisiti della DGFiP. È loro responsabilità verificare la validità dei documenti, la loro integrità e la loro autenticità. Pertanto, sebbene l'uso della firma non sia obbligatorio, i PDP devono essere pronti a elaborare e convalidare la firma elettronica delle fatture elettroniche che integrano.

Le aziende che inviano fatture elettroniche e che non vogliono (o non possono) firmarle possono scegliere di utilizzare la pista di audit affidabile o lo scambio EDI insieme ad alcune procedure aggiuntive.

Portale Pubblico di Fatturazione (Portail Publique de Facturation - PPF)

Chorus Pro

Chorus Pro è il portale creato in Francia per centralizzare l'invio delle fatture elettroniche alla pubblica amministrazione francese. Si tratta di una piattaforma centralizzata che facilita lo scambio di fatture elettroniche tra aziende ed enti pubblici con l'obiettivo di semplificare e velocizzare i processi amministrativi. La piattaforma consente di ricevere fatture in formati strutturati e standardizzati, come UBL, CII e Factur-X, garantendo così l'interoperabilità con altre aziende e organizzazioni a livello nazionale ed europeo. D'altro canto, gli enti pubblici utilizzano Chorus Pro per ricevere, elaborare e archiviare elettronicamente le fatture.

Inoltre, Chorus Pro soddisfa gli standard di sicurezza e riservatezza richiesti per lo scambio di informazioni sensibili. La piattaforma viene regolarmente aggiornata per garantire la conformità alle normative legali e fiscali in materia di fatturazione elettronica.

Chorus Pro è un'infrastruttura consolidata che consente di disporre dei componenti essenziali per estendere la fatturazione elettronica al 100% delle aziende. Le caratteristiche che lo hanno reso uno strumento completo ed efficiente per la gestione delle fatture elettroniche rivolte agli enti pubblici sono la base su cui si basa il modello di fatturazione elettronica tra aziende, che trasformerà l'attuale portale in PPF (Portail Public de Facturation):

  • Centralizzazione delle fatture: punto centrale per lo scambio e la gestione di tutte le fatture elettroniche in Francia. Consente alle aziende di inviare e ricevere fatture in modo sicuro attraverso un'unica piattaforma.
  • Automazione dei processi: offre la possibilità di automatizzare i processi legati alla fatturazione elettronica. Ciò include la generazione e l'invio automatico delle fatture, nonché la convalida e il monitoraggio automatico dei documenti fiscali. Comunicazione diretta: canale di comunicazione diretto tra chi emette e chi riceve le fatture.
  • Convalida e verifica: Il portale esegue convalide automatiche delle fatture elettroniche per garantirne l'integrità e la conformità normativa. Ciò consente di evitare errori e di garantire la conformità dei documenti ai requisiti legali e fiscali vigenti.
  • Sicurezza e riservatezza: il portale garantisce la sicurezza e la riservatezza dei dati e dei documenti scambiati. Utilizza solide misure di sicurezza e rispetta gli standard di protezione dei dati.
  • Integrazione con i sistemi interni: il PPF erediterà le capacità di Chorus Pro di integrarsi con i sistemi interni delle aziende, grazie ai metodi API rilasciati dal portale e ai sistemi di comunicazione definiti per integrare i futuri PDP.

Chorus Pro diventerà un nuovo portale B2B2G, che sarà ribattezzato Portail Public de Facturation (PPF). Il nuovo portale gestirà tutti i flussi di fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione e verso qualsiasi azienda, nonché la rendicontazione elettronica, sia che le aziende utilizzino una piattaforma di dematerializzazione (PDP) sia che trasmettano direttamente tramite il PPF.

Portale Pubblico di Fatturazione (Portail Publique de Facturation - PPF)

Il Portale Pubblico di Fatturazione (PPF) svolgerà il ruolo di hub centrale della Direzione Generale delle Finanze Pubbliche (DGFiP) in Francia, centralizzando tutte le fatture elettroniche scambiate nel Paese. Questo portale si basa sull'infrastruttura precedentemente creata in Francia per la gestione delle fatture elettroniche inviate alla pubblica amministrazione attraverso il noto portale Chorus Pro.

È importante notare che la fatturazione elettronica in Francia presto interesserà il 100% delle transazioni business-to-business nel Paese, indipendentemente dal fatto che il destinatario sia o meno un ente pubblico. A tal fine, il portale Chorus Pro è stato arricchito di nuove funzionalità che ne ampliano le capacità, rendendo questo strumento disponibile per il 100% degli emittenti di fatture in Francia.

I metodi di trasmissione automatica delle fatture al PPF, quali EDI (Electronic Data Interchange) e API (Application Programming Interface), supportano solo l'invio di fatture in uno dei tre formati accettati: UBL, CII e Factur-X.

I contribuenti che desiderano inviare le loro fatture direttamente attraverso il PPF possono quindi utilizzare solo uno dei tre formati autorizzati: Factur-X, UBL o CII. Una volta inviate le fatture manualmente al portale o tramite metodi di integrazione, il PPF identificherà il destinatario ed eseguirà le convalide minime prima di inviare la fattura.

La connettività al PPF erediterà gli attuali metodi per raggiungere Chorus Pro. È necessario seguire un processo tecnico di integrazione utilizzando gli standard stabiliti dalla piattaforma, che sono specificati in due possibili metodi da implementare da parte delle aziende che emettono e ricevono fatture e che decidono di automatizzare questi processi:

  • EDI: L'Electronic Data Interchange consente alle aziende di collegarsi a Chorus Pro in modo automatizzato e standardizzato. Si prevede che questo sarà il metodo che un buon numero di PDP utilizzerà per integrarsi con il PPF per quelle aziende che scelgono di contrattare i loro servizi per gestire l'emissione e la ricezione di fatture elettroniche.
  • API: L'Application Programming Interface di Chorus Pro consente l'integrazione diretta con la piattaforma, applicando chiamate definite per la consegna delle fatture. Questa API si evolverà regolarmente per consentire nuovi metodi per invocare tutte le chiamate richieste dal nuovo modello di fatturazione elettronica obbligatoria tra aziende. L'uso dell'API continuerà a essere valido per il futuro PPF come lo è ora per l'integrazione con Chorus Pro.

Piattaforma di dematerializzazione Partner (Plateforme de Dématérialisation Partenaire - PDP)

Le aziende potranno gestire le loro fatture elettroniche in Francia attraverso PDP (Platforme de Dématérialisation Partenaires).

Queste piattaforme agiranno come terze parti accreditate dalla DGFiP per convalidare le fatture, presentarle all'hub che il governo francese ha istituito per centralizzare la distribuzione delle fatture nel Paese (il PPF -Portail Public de Facturation-) e inviarle al destinatario quando anche quest'ultimo utilizza i servizi di un altro PDP.

I service providers che aspirano a diventare PDP devono essere accreditati dalla Direzione Generale delle Finanze Pubbliche francese (DGFiP). I PDP accreditati avranno dimostrato che il loro servizio è fornito nel rispetto dei requisiti di sicurezza delle informazioni. Questo processo conferma inoltre la capacità del PDP di interoperare con altri service providers accreditati.

La scelta di un PDP o di un altro sarà condizionata da aspetti quali la sua esperienza, l'affidabilità delle sue soluzioni, la disponibilità del servizio o la capacità di mantenere aggiornata la sua piattaforma.

Il valore aggiunto che può offrire in aree chiave come l'integrazione dei sistemi, l'elaborazione di grandi volumi di fatture o l'implementazione di soluzioni complementari per semplificare la gestione del ciclo di vita delle fatture sarà fondamentale per la scelta di un PDP rispetto a un altro.

Funzioni dei PDP

Una Plateforme de Dématérialisation Partenaire (PDP) è un fornitore tecnologico che consente alle aziende di gestire la fatturazione elettronica in Francia senza dover passare per il portale pubblico delle fatture (PPF).

I PDP, dopo aver superato un processo di certificazione da parte della DGFiP chiamato "inmatriculation", accreditano la loro capacità di garantire la sicurezza e la qualità dell'intero processo di scambio delle fatture elettroniche secondo gli standard richiesti dallo Stato francese.

Il PDP funge da intermediario tra il mittente e il destinatario, garantendo l'autenticità, l'integrità e la riservatezza dei documenti.

Le funzioni dei PDP comprendono:

  1. Ricezione e verifica delle fatture: il PDP riceve le fatture in formato elettronico e ne verifica l'autenticità e la validità legale. Ciò include il controllo della firma elettronica (per le fatture firmate) e la conformità ai requisiti tecnici, fiscali e normativi definiti dalla legislazione vigente.
  2. Trasformazione e convalida delle fatture: il PDP trasforma le fatture nel formato elettronico necessario per soddisfare gli standard di interscambio elettronico dei dati (EDI) e i requisiti fiscali e normativi. Inoltre, convalida l'integrità e la coerenza dei dati della fattura.
  3. Archiviazione e conservazione delle fatture: il PDP archivia le fatture elettroniche e le conserva per il tempo richiesto dalla normativa fiscale e contabile. Ciò garantisce l'integrità e l'autenticità dei documenti e ne consente l'accesso in caso di audit o di controversie legali.
  4. Trasmissione della fattura: il PDP, dopo aver verificato il destinatario della fattura, si fa carico della trasmissione della fattura per garantire che arrivi correttamente al cliente attraverso il canale corrispondente. Nel caso di fatture destinate a clienti che utilizzano i servizi di un altro PDP, queste possono essere inviate anche in un formato EDI strutturato con più informazioni commerciali e logistiche rispetto a quelle che possono essere trasmesse attraverso i formati "socle minimum" (Factur-X, UBL e CII).

Requisiti per diventare PDP (Plateforme de Dématérialisation Partenaires)

  • Capacità tecniche di elaborazione delle fatture elettroniche: I PDP devono essere in grado di implementare tutti i processi richiesti dal sistema francese di fatturazione elettronica. Ciò implica la validazione tecnica degli schemi di dati ricevuti, la firma delle fatture, la capacità di emettere firme elettroniche avanzate, la capacità di conservarle con piena garanzia per almeno 10 anni, ecc.
  • Flessibilità nell'uso di formati alternativi rispetto a quelli base: i PDP devono essere in grado di supportare un'ampia varietà di formati di fatturazione elettronica, oltre a quelli minimi stabiliti dalla legge francese. In questo modo, i mittenti e i destinatari delle fatture potranno scambiare informazioni logistiche e commerciali fondamentali per la loro attività, che non possono essere scambiate nei cosiddetti formati "socle minimum".
  • Estrazione e trasmissione dei dati previsti dal PPF in uno dei formati previsti: Il PDP deve essere in grado di estrarre e trasmettere i dati di fatturazione elettronica in uno dei formati previsti dal Portal Public de Facturation (PPF).
  • Autenticazione forte della piattaforma di fatturazione: I PDP devono garantire che le loro soluzioni di fatturazione elettronica siano protette da un'autenticazione forte, come l'autenticazione a due fattori o i certificati elettronici, per assicurare che solo gli utenti autorizzati abbiano accesso alla piattaforma e alle informazioni in essa contenute.

Vantaggi dell'utilizzo di un PDP

Le aziende che scelgono di inviare e ricevere le loro fatture elettroniche attraverso una Plateforme Dématerialisation Partenaire avranno maggiori capacità e, prevedibilmente, servizi a valore aggiunto a seconda del fornitore di servizi di fatturazione elettronica.

Ecco alcuni dei vantaggi che i PDP offriranno in generale alle aziende che optano al loro utilizzo:

  • Sicurezza: i fornitori che desiderano ottenere l'accreditamento PDP devono dimostrare di disporre di solide misure di sicurezza, dell'accreditamento ISO27001 e di disporre di centri di elaborazione dati proprietari.
  • Audit periodici: I PDP saranno soggetti a verifiche periodiche da parte di enti indipendenti per garantire che le condizioni per operare come piattaforme rimangano inalterate nel tempo.
  • Interconnettività: i PDP saranno interconnessi tra loro per facilitare lo scambio immediato di fatture tra loro e con il PPF.
  • Formati multipli: mentre le fatture inviate direttamente al PPF ammettono soltanto uno dei 3 formati stabiliti nel "socle minimum", attraverso un PDP è possibile utilizzare altri formati come EDIFACT, consentendo così di mantenere eventuali flussi di fatture già in uso tra clienti e fornitori.

Per quanto riguarda in particolare i vantaggi che un PDP come EDICOM offrirebbe, oltre a quelli generali appena elencati, vale la pena sottolineare quanto segue:

  • Capacità tecnica: EDICOM è un fornitore di servizi EDI e di fatturazione elettronica con una vasta esperienza e che sviluppa le proprie soluzioni internamente. Le nostre capacità consentono di semplificare l'elaborazione di grandi volumi di informazioni, l'integrazione con qualsiasi sistema di gestione e l'implementazione di protocolli di comunicazione specifici come AS4, per offrire i massimi livelli di sicurezza e tracciabilità nell'integrazione con il PPF.
  • Servizi di Firma Qualificata eIDAS: siamo fornitori qualificati di servizi fiduciari per la fornitura di servizi di firma qualificata in conformità al regolamento eIDAS. Applichiamo la firma elettronica alle fatture che emettiamo e convalidiamo automaticamente la firma delle fatture ricevute per offrire le massime garanzie ai nostri clienti e utenti.
  • Archiviazione a lungo termine eIDAS: offriamo un sistema di archiviazione elettronica conforme al regolamento eIDAS per conservare le fatture emesse e ricevute e le notifiche che formano parte del loro ciclo di vita.
  • Alta disponibilità: il nostro SLA garantisce una disponibilità minima del servizio del 99,9%.
  • Servizio di assistenza prestato da persone: un centro di assistenza clienti con tecnici specializzati per gestire eventi imprevisti e qualsiasi richiesta di supporto, oltre a un supporto 24x7 per tutti i processi critici.

Plateforme de Dématérialisation Partenaire EDICOM

EDICOM, uno dei principali punti di riferimento internazionali nelle soluzioni di fatturazione elettronica, è candidato a diventare uno dei primi PDP in Francia. Disponiamo di importanti accreditamenti internazionali in materia di sicurezza delle informazioni, siamo uno dei maggiori fornitori di soluzioni EDI sul mercato e vantiamo una lunga esperienza nello scambio di dati elettronici e nei sistemi di fatturazione elettronica internazionale dal 1995.

I nostri servizi di integrazione dei dati, convalida delle fatture, firma elettronica, nonché le nostre soluzioni per la progettazione di flussi di lavoro per l'approvazione delle fatture o l'archiviazione a lungo termine, ci rendono probabilmente il candidato PDP con la piattaforma più avanzata sul mercato.

Progetto pilota di fatturazione elettronica

Il sistema deve essere adattato alle esigenze del tessuto imprenditoriale francese e offrire garanzie di solidità e sicurezza. Per questo motivo, la diffusione della fatturazione elettronica sarà preceduta da una fase pilota tra il 2024 e il 2025. Questa fase pilota consentirà di testare il funzionamento del sistema in condizioni reali e di correggere eventuali anomalie riscontrate nella piattaforma, oltre a permettere all'amministrazione francese di instaurare un processo di miglioramento continuo con la partecipazione di tutte le parti interessate: il portale pubblico di fatturazione (PPF), le piattaforme di dematerializzazione, le aziende utenti e le software house.

La DGFiP e l'AIFE, durante l'evento "Communauté des relais", hanno confermato che l'avvio del progetto pilota è previsto per la fine del 2024. Si tratterà dell'inizio di una fase di preparazione tecnica che consentirà ai PDP di testare l'Annuaire (funzionamento e aggiornamento). Si tratterà di un primo piccolo pilota ("Petit Pilote"), ma con un campione sufficientemente rappresentativo, al quale parteciperanno i candidati PDP.

Nel 2025 inizierà la fase "Grand Pilote". In questa fase, i servizi di produzione saranno accessibili a tutte le aziende che hanno partecipato alla fase pilota. EDICOM si è candidata al progetto pilota, invitando alcuni dei suoi principali clienti in Francia ad aderire. Infine, un totale di 12 aziende, con caratteristiche diverse e provenienti da settori differenti come la vendita al dettaglio, la logistica e l'automotive, costituiranno il team EDICOM. Queste aziende, sia nazionali che internazionali, collaboreranno alla sperimentazione dei flussi classici e di altri più specifici, come fatture correttive, autofatturazione e pagamenti anticipati, affrontando tutti i formati accettati nel modello di fatturazione elettronica in Francia. Dopo aver presentato tutta la documentazione all'amministrazione francese, la candidatura di EDICOM è stata valutata come "Eccellente" dai team dell'AIFE e della DGFiP, il che ci pone come favoriti per guidare l'esecuzione del progetto una volta stabilite le date e altri dettagli.ç

Flussi di scambio della fatturazione elettronica

Nel sistema a Y, le aziende generano le fatture elettroniche e i documenti fiscali associati alle transazioni e li inviano alle Piattaforme di Dematerializzazione per la convalida. I PDP (Piattaforme di Dematerializzazione Partner) effettuano i controlli richiesti dalla DGFiP. Dopo il processo di verifica della fattura elettronica, le Piattaforme di Dematerializzazione inviano la fattura elettronica ai destinatari e, a loro volta, comunicano le informazioni fiscali necessarie alla DGFiP attraverso il Portale Pubblico (Chorus Pro).

Nel caso in cui uno dei partner non disponga di una piattaforma di dematerializzazione per la ricezione o l'invio, deve segnalare o consultare manualmente le fatture elettroniche attraverso il Portale Pubblico.

Il sistema a Y prevede quindi diversi flussi di scambio a seconda che le aziende dispongano o meno di una Piattaforma di Dematerializzazione (PDP).

  1. Circuito A: scambio di fatture tra due partner tramite il PPF.
  2. Circuiti B1 e B2: scambio di fatture tra un partner che utilizza un PDP e un altro che utilizza il PPF. Quando il mittente della fattura ha un PDP, questi genererà la sua fattura normalmente, e sarà poi il PDP che identificherà che il canale di invio della fattura per quel particolare destinatario deve essere il Portail Public de Facturation. Il PDP dovrà quindi trasformare la fattura del suo cliente in uno dei tre formati strutturati del "socle minimum" definito dalla DGFiP (UBL, CII o Factur-X) assicurando la trasmissione dei set minimo di dati in fattura.
  3. Circuito C: scambio tra due attori che utilizzano PDP (Plateformes de Dématérialisation Partenaire). In questo flusso, le grandi aziende hanno solitamente un maggior grado di flessibilità in termini di scambio di fatture elettroniche, grazie al fatto che le Plateformes de Dématérialisation Partenaires (PDP) possono continuare a utilizzare i formati strutturati precedentemente concordati tra le aziende (come EDIFACT o XML) oppure usare quelli definiti dalla DGFiP nel "socle minimum" (come UBL, CII o Factur-X).

Inoltre, la DGFiP ha creato l'Annuaire, un registro centralizzato con i dati identificativi delle aziende per facilitare lo scambio di fatture elettroniche tra aziende private e governo.

Annuaire – Registro Centralizzato delle imprese

Per determinare se il destinatario di una fattura utilizza il portale pubblico di fatturazione (circuito A o B) o una piattaforma di dematerializzazione (circuito B o C), il sistema a Y richiede la creazione di un registro (ANNUAIRE) per identificare la piattaforma scelta da ciascun destinatario della fattura.

L'Annuaire è un registro centralizzato delle società gestito dall'AIFE (Agence pour l'Informatique Financière de l'Etat) che contiene i dati identificativi delle società, tra cui almeno il codice fiscale francese, chiamato SIREN.

Le imprese saranno identificate in questo registro per mezzo di identificativi unici, con l'obiettivo di facilitare lo scambio di fatture elettroniche tra le imprese. Questo registro consentirà l'interoperabilità tra tutti i soggetti interessati, specificando la piattaforma utilizzata nel contesto della fatturazione elettronica, nonché le informazioni necessarie per la trasmissione e il routing delle fatture. Ciò garantisce una comunicazione più efficiente e trasparente nel processo di fatturazione elettronica tra le aziende.

L'Annuaire contiene diverse categorie di informazioni:

  • Identificazione delle società che ricevono le fatture, compresi i dettagli della struttura organizzativa per la gestione delle fatture all'interno di ciascuna società (SIREN, SIRET, codice di routing).
  • L'identificazione e l'interoperabilità tra le piattaforme di dematerializzazione per la ricezione delle fatture elettroniche e il loro periodo di validazione.
  • Dati complementari relativi allo scambio B2G e al corretto instradamento delle fatture B2B.

Tutte le aziende che utilizzano la fatturazione elettronica in Francia sono tenute a registrarsi presso l'Annuaire. Con la registrazione, le aziende si assicurano che le loro fatture elettroniche siano inviate correttamente ed elaborate in modo efficiente, il che contribuisce a ridurre gli errori e i ritardi nel processo di fatturazione e a rispettare gli obblighi fiscali e legali relativi alla fatturazione elettronica in Francia.

Gestione del ciclo di vita delle fatture

Il flusso di scambio di fatture elettroniche in Francia richiede alle aziende non solo di emettere fatture, ma anche di generare notifiche in base allo stato della transazione, tenendo conto dell'intero ciclo di vita dei documenti elettronici da trasmettere. L'obiettivo è avere una tracciabilità completa del processo per individuare rapidamente ogni possibile problema durante il ciclo di vita della fattura elettronica. Si tratta di un sistema ereditato dall'attuale processo di fatturazione elettronica B2G, in cui le unità amministrative emettono informazioni ricorrenti sullo stato di elaborazione di una fattura.

Gli obiettivi perseguiti dalla DGFiP con la trasmissione degli stati del ciclo di vita delle fatture sono i seguenti:

  • Fornire una visione condivisa dell'elaborazione delle fatture per tutte le parti interessate (mittente, destinatario, fisco).
  • Determinare un elenco e un formato per lo scambio degli stati di elaborazione delle fatture per garantire l'interoperabilità tra gli attori (aziende, PDP e PPF).
  • Definire il processo di rifiuto e annullamento delle fatture.
  • Facilitare la precompilazione della dichiarazione IVA.

A tal fine, l'autorità fiscale francese ha definito una serie di dichiarazioni obbligatorie e raccomandate da trasmettere durante il flusso di fatturazione. Gli stati obbligatori del ciclo di vita nominale delle fatture elettroniche sono i seguenti:

  • Déposée (Depositata nella sua piattaforma)
  • Rejetée (Scartata dalla piattaforma)
  • Refusée (Rifiutata dagli utenti)
  • Encaissée (Pagamento ricevuto dal fornitore)

e-Reporting

Oltre alle fatture elettroniche, le aziende sono tenute a trasmettere una serie di comunicazioni fiscali elettroniche, a seconda del tipo di transazione commerciale effettuata. Per il momento, è stato stabilito che devono essere riportate le seguenti informazioni:

  • Dati di pagamento.
  • Dati relativi a transazioni B2C.
  • Dati relativi alle transazioni B2B internazionali

A seconda del tipo di dati da comunicare, il sistema di segnalazione sarà diverso.

Per ulteriori informazioni sull'e-Reporting, fare clic qui.

Sviluppi della fatturazione elettronica B2B in Francia

  • 1990: l'articolo 27 della Legge n. 90-1169 riconosce alle fatture elettroniche la stessa validità legale delle fatture cartacee.
  • 2010: l'Unione Europea pubblica la Direttiva 2010/45/UE, che regola l'uso della fatturazione elettronica in ambito privato negli Stati membri.
  • 2012: recepimento della direttiva europea nella legge n. 90-1169 sulle Finanze Rectificative.
  • 2019: la Legge Finanziaria n. 2019-1479 per il 2020 annuncia l'intenzione di rendere obbligatoria la fatturazione elettronica tra imprese.
  • 2020: viene condotto un progetto pilota di fatturazione elettronica con 50 aziende.
  • 2020: la Direzione Generale delle Finanze Pubbliche (DGFiP) pubblica un rapporto con le linee guida generali per il sistema di fatturazione elettronica B2B.
  • 2021: l'ordinanza n. 2021-1190 definisce il quadro giuridico associato all'uso obbligatorio della fatturazione elettronica tra aziende private.
  • 2022: la Decisione di esecuzione (UE) 2021/0388, adottata il 25 gennaio 2022, convalida le deroghe alla Direttiva europea 2006/112/CE. Può quindi imporre che il formato della fattura sia elettronico e non applica più il principio dell'accettazione da parte del destinatario per l'uso della fatturazione elettronica.

Verso un modello di fatturazione elettronica B2B2G

La fatturazione elettronica è presente in Francia dal 1990. La cultura della dematerializzazione dei documenti è profondamente radicata nelle aziende francesi, che hanno anticipato le direttive dell'Unione Europea in questo campo, essendo tra i primi Paesi europei ad adattare le amministrazioni pubbliche all'uso e alla gestione delle fatture elettroniche.

Dal 2020, sia i fornitori che le amministrazioni pubbliche devono scambiarsi fatture elettroniche attraverso la piattaforma statale Chorus Pro.

A seguito della buona esperienza nell'implementazione della fatturazione elettronica B2G, il governo ha voluto estenderne l'uso obbligatorio alle aziende private. Tuttavia, come già accennato, a differenza del modello italiano, la Francia ha deciso di differenziare il sistema di fatturazione elettronica in ambito B2B, delegando la validazione delle fatture ai PDP, che agiscono come terze parti fidate.

Piattaforma di fatturazione elettronica globale

EDICOM – Provider tecnologico di fatturazione elettronica a livello mondiale 

La piattaforma globale di fatturazione elettronica EDICOM semplifica la conformità delle organizzazioni internazionali alla fatturazione elettronica in Francia e all'e-Reporting richiesto dalla DGFiP.

Da un ambiente centralizzato, consente di gestire tutti i processi legati all'invio e alla ricezione di fatture elettroniche, nonché di altri documenti fiscali, come le rendicontazioni IVA, i documenti di trasporto o le dichiarazioni che possono essere richieste dalle autorità fiscali dei Paesi in cui opera un'azienda.

La piattaforma globale di fatturazione elettronica di EDICOM funge da ponte tra l'organizzazione, le autorità fiscali francesi e i partner chiave come clienti, fornitori o operatori logistici.

Una soluzione centralizzata e completa per l'e-Invoicing e il VAT Compliance che consente non solo di gestire la fatturazione elettronica e l'e-Reporting in Francia, bensì in tutto il mondo.

Plateforme de Dématérialisation Partenaire eIDAS

EDICOM è un fornitore qualificato di servizi fiduciari in conformità al regolamento europeo eIDAS. Si tratta di un riconoscimento che offre un grande valore aggiunto al mercato. Una volta accreditata come Plateforme Dematerialisation Partenarie, EDICOM diventerà con buone probabilità il primo PDP eIDAS in Francia.

Il regolamento eIDAS consente di armonizzare nell'Unione Europea i meccanismi che devono essere utilizzati dalle aziende che forniscono servizi specifici per la firma elettronica e la crittografia dei dati.

EDICOM dispone di diverse soluzioni in linea con i requisiti del regolamento eIDAS che possono essere fondamentali per i servizi di emissione e ricezione di fatture elettroniche:

  • Servizi di firma elettronica avanzata per i documenti, per garantire l'integrità e l'autenticità dei documenti come definito nei regolamenti in vigore in Europa per la fatturazione elettronica. Attraverso questo servizio EDICOM può firmare le fatture emesse dai propri clienti sulla base di certificati riconosciuti e utilizzando dispositivi sicuri per la creazione della firma.
  • Emissione di certificati qualificati: quando necessario, EDICOM può emettere certificati qualificati a nome dell'emittente di fatture elettroniche.
  • Sistema di archiviazione elettronica: servizio di archiviazione a lungo termine conforme al regolamento eIDAS, per conservare le fatture emesse e ricevute con piena garanzia di integrità nel tempo.

 

Hai bisogno di saperne di più sulla Fattura Elettronica in Francia?

Contatta uno dei nostri esperti in Fatturazione elettronica.

Contattaci

Deadlines future in Francia

Rimani informato sulle date chiave di entrata in vigore degli obblighi fiscali e di fatturazione elettronica in tutto il mondo.

EDICOM News Italia | Scopri di più su International Compliance

Romania: obbligo di fatturazione elettronica B2B e B2C

La Fatturazione Elettronica B2C sarà obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2025

Fattura elettronica in Brasile: NF-e, NFS-e e CT-e

Scopri gli elementi chiave del sistema di fatturazione elettronica in Brasile promosso dal SEFAZ.

ViDA (VAT in the Digital Age) - L'Unione Europea promuove la fatturazione elettronica B2B

L'UE propone di modernizzare il sistema IVA attraverso la fatturazione elettronica B2B.