International Compliance

Situazione della Fatturazione Elettronica B2B in Francia

Fatturazione Elettronica B2B in Francia

La Francia sta compiendo notevoli passi avanti nel suo nuovo sistema fiscale elettronico per le imprese private. In questo periodo sta portando a termine gli ultimi dettagli relativi al nuovo modello di Fatturazione Elettronica B2B e di presentazione elettronica della dichiarazione IVA. A tal fine, l’autorità fiscale francese Direction Générale des Finances Publiques (DGFiP) e l’agenzia nazionale Agence pour l’Informatique Financière de l’Etat (AIFE) hanno organizzato insieme una serie di gruppi di lavoro con aziende e fornitori di servizi tecnologici, tra cui anche EDICOM.

Ecco l’analisi delle caratteristiche del nuovo modello di Fatturazione Elettronica francese con le ultime novità annunciate dal Governo. 

    Sommario [Nascondi]

    Nuovo sistema di Fatturazione Elettronica ed e-Reporting

    La Direction Générale des Finances Publiques (DGFiP) ha annunciato le direttive del nuovo modello di fiscalità in base ai risultati ottenuti dopo la fase pilota e la valutazione realizzata con tutte le parti coinvolte (aziende, fornitori tecnologici e parti interessate dell'amministrazione).

    Il nuovo regime fiscale prevede l'obbligo della Fatturazione Elettronica tra aziende private, così come la comunicazione elettronica dei dati contabili.

    Modello proposto: schema Y

    All'interno del rapporto, il governo valutava 2 possibili schemi, denominati "V" e "Y". Lo schema V si basava su uno schema simile a quello imposto in Italia, e lo schema Y era più simile ai sistemi di Fatturazione Elettronica dell'America Latina.

    Alla fine, il governo francese ha optato per lo schema Y. In questo modello, le Fatture Elettroniche vengono prima convalidate dalla piattaforma di smaterializzazione (Plateforme de Dématérialisation Partenaire), prima di informare il governo. Uno dei paesi di riferimento di questo modello è il Messico, con il sistema fiscale CFDI, che ha avuto un enorme successo e che è servito da esempio per molti altri Paesi, come ad esempio la Francia.

    La DGFiP (Direction générale des Finances publiques) ha già annunciato che le aziende dovranno dotarsi di una “piattaforma di smaterializzazione partner” (Plateforme de Dématérialisation Partenaire - PDP) che agirà come terzo fiduciario. La piattaforma di smaterializzazione dovrà trasformare e convalidare le fatture, e inviarle alle autorità fiscali francesi. 

    È previsto che il governo utilizzi l'infrastruttura Chorus Pro, l'attuale portale statale per la Fatturazione Elettronica con le Pubbliche Amministrazioni, e che lo adatti al nuovo sistema di Fatturazione Elettronica B2B.

    Obiettivi del nuovo sistema tributario

    Tra gli obiettivi perseguiti dal governo con l'implementazione della Fattura Elettronica, la DGFiP mette in risalto quanto segue:

    • Rinforzare la prevenzione e la lotta contro le frodi fiscali
    • Diminuire i costi derivanti dal controllo tributario
    • Semplificare il processo di dichiarazione dei redditi ai contribuenti
    • Raggiungere una maggiore competitività, come conseguenza della riduzione dei costi
    • Migliorare la conoscenza della situazione economica grazie al report informativo sull'attività delle aziende in modo immediato

    Piattaforma pubblica di fatturazione(Plateforme Publique de Facturation - PPF) B2B2G : Chorus Pro

    Chorus Pro diventerà la piattaforma pubblica di fatturazione. Alle sue attuali funzioni per la dichiarazione, la trasmissione e la ricezione delle Fatture Elettroniche nell'ambito B2G, si aggiungeranno nuove caratteristiche per l'implementazione del nuovo sistema Y, che comprendono la gestione della fatturazione B2B e l'e-Reporting.

    Nuovo Chorus Pro – La piattaforma pubblica per la fatturazione PPF 

    • Il middelware della DGFiP concentrerà tutti i flussi di dichiarazione dei documenti fiscali inviati dalle piattaforme di smaterializzazione per trasmetterli al servizio informatico della DGFiP.
    • Aggiornamento del nuovo Annuaire
    • Operador Demat: le piccole imprese potranno utilizzare Chorus Pro come piattaforma manuale per lo scambio di Fatture Elettroniche.

    Quali aziende saranno interessate?

    Tutte le aziende soggette all'imposta sul valore aggiunto.

    Cronoprogramma di implementazione

    La data di implementazione è stata posticipata dal 2024 al 2026. Il governo ha stabilito un nuovo calendario per l'adesione al nuovo sistema di fatturazione ed e-reporting in base alle proprie dimensioni aziendali:

    • 01/07/2024: Obbligo di emettere FE ed e-Reporting per le grandi aziende e di ricevere FE per tutte.
    • 01/01/2025: Obbligo di emissione FE ed e-Reporting per le medie imprese.
    • 01/01/2026: Obbligo di emissione FE ed e-Reporting per altre società ed il resto dei contribuenti. 

    Flusso di scambio elettronico di fatturazione

    Nel sistema Y le aziende generano Fatture Elettroniche e documenti fiscali, e li inviano alle piattaforme di smaterializzazione per la convalida. Le piattaforme di smaterializzazione effettuano tutti i controlli pertinenti richiesti dalla DGFiP. Dopo il processo di verifica delle Fatture Elettroniche, le piattaforme di smaterializzazione inviano ai destinatari la Fattura Elettronica e, a loro volta, segnalano le informazioni fiscali necessarie alla DGFiP attraverso la piattaforma pubblica Chorus Pro.

    Se uno dei partner non dovesse disporre di una piattaforma di smaterializzazione durante la fase di ricezione o invio, dovrà riportare o consultare le Fatture Elettroniche manualmente mediante la piattaforma del governo.

    In questo modo il sistema Y contempla vari flussi di scambio, in base alla disposizione o meno di una piattaforma di smaterializzazione da parte delle aziende.

    La DGFiP ha creato anche l'Annuaire, un registro centralizzato con i dati di identificazione delle aziende per facilitare lo scambio delle Fatture Elettroniche tra le aziende private e il governo.

    Annuaire – Directory Centralizzata delle aziende

    Tra le ultime misure annunciate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, si trova la creazione di un nuovo Annuaire. Si tratta di una directory centralizzata di riferimento, che ha lo scopo di fornire le informazioni necessarie a tutti gli attori coinvolti, per un corretto indirizzamento delle Fatture Elettroniche.

    L'Annuaire comprende: 

    • Le informazioni per identificare le aziende che ricevono le fatture, con il dettaglio della struttura organizzativa per la gestione delle fatture all'interno di ogni azienda 
    • L'identificazione delle piattaforme di smaterializzazione utilizzate dalle aziende per ricevere le Fatture Elettroniche 

    L'Annuaire sarà accessibile sia alle piattaforme di smaterializzazione che al governo.

    Gestione dei vari stati della fattura 

    Oltre a emettere le fatture, il flusso di scambio delle Fatture Elettroniche in Francia obbliga le aziende a fornire notifiche in base allo stato della transazione, prendendo in considerazione tutto il ciclo di vita dei documenti elettronici da trasmettere.  L'obiettivo è ottenere una tracciabilità totale sul processo, per rilevare rapidamente eventuali problemi durante il ciclo di vita della Fattura Elettronica. 

    In un primo momento, potranno essere trasmessi fino a 12 stati all'autorità fiscale francese, anche se solo 3 saranno obbligatori. 

    Gli stati obbligatori da comunicare alla DGFiP sono i seguenti:  

    • Déposé (depositata): il fornitore deposita la fattura nella sua piattaforma di smaterializzazione 
    • Rejet (rifiutata) (se del caso): il cliente ha l'obbligo di inviare uno stato di rifiuto della fattura
    • Encaissée (incassata): il fornitore indica che ha incassato l'importo della fattura

    Inoltre, la DGFiP ha annunciato 4 dati obbligatori da includere nelle fatture: 

    • Opzione sui debiti (aspetto contabile per l'IVA)
    • SIREN (ID P.IVA)
    • Indirizzo di consegna o di realizzazione del servizio
    • Natura dell'operazione: vendita, fornitura di servizi o mista (ha un impatto sull'imposizione dell'IVA)

    Per accelerare il processo, il servizio di Fatturazione Elettronica di EDICOM si sta già preparando per poter offrire una soluzione centralizzata e integrata, per generare, ricevere, inviare e conservare le Fatture Elettroniche in conformità ai requisiti legali e tecnici richiesti dal governo francese.

    e-Reporting 

    • Oltre alle Fatture Elettroniche, è stato stabilito che le aziende dovranno anche trasmettere tutta una serie di report fiscali elettronici, in base al tipo di transazione commerciale realizzata. Al momento, si è determinato che è necessario notificare: I dati relativi al pagamento
    • I dati relativi alle transazioni B2C 
    • I dati relativi alle transazioni B2B in ambito internazionale; il sistema di dichiarazione sarà diverso in base al tipo di dati da dichiarare. È possibile consultare tutte le informazioni sull'e-Reporting qui. 

    Formato della Fattura Elettronica 

    Sia la Fattura Elettronica che le informazioni da dichiarare mediante il sistema di e-Reporting potranno essere emesse nei formati UBL, CII o Factur-X. 

    Evoluzione della Fattura Elettronica in Francia B2B

    • 1990: si conferisce la stessa validità legale di quella della fattura cartacea alla Fattura Elettronica mediante l'art. 27 della legge n. 90-1169
    • 2010: l'Unione europea pubblica la Direttiva 2010/45/UE, che regola l'uso della Fattura Elettronica nell'ambito privato degli Stati membri
    • 2012: trasposizione della Direttiva europea nella legge n. 90-1169 de Finances Rectificatives
    • 2019: la legge finanziaria n. 2019-1479 per il 2020 annuncia la sua intenzione di rendere obbligatoria la Fattura Elettronica tra le aziende
    • 2020: viene realizzato un progetto pilota di Fatturazione Elettronica con 50 aziende
    • 2020: l'autorità fiscale francese, Direction générale des Finances publiques (DGFiP), pubblica un rapporto con le linee guida generali del sistema di Fatturazione Elettronica B2B
    • 2021L'Ordinanza nº 2021-1190 definisce il quadro giuridico relativo all'uso obbligatorio della Fatturazione Elettronica tra aziende private.

    Verso un modello di Fatturazione Elettronica B2B2G

    La Fattura Elettronica è presente in Francia dal 1990. La cultura della dematerializzazione dei documenti è molto presente nelle aziende francesi, e l'anticipo delle direttive dell'Unione europea in questo ambito ne è una prova, divenendo uno dei primi paesi europei a essersi adattato nell'uso e nella gestione delle Fatture Elettroniche nelle Pubbliche Amministrazioni.

    Dal 2020 fornitori e Pubbliche Amministrazioni devono scambiare Fatture Elettroniche attraverso la piattaforma statale Chorus Pro.

    Come risultato della positiva esperienza nell'implementazione della Fattura Elettronica B2G, il governo ha deciso di estenderne l'uso obbligatorio anche alle aziende private. Tuttavia, come già menzionato, a differenza del modello italiano, la Francia ha deciso di differenziare il sistema di fiscalità per le fatture B2B, delegando la convalida delle fatture alla figura dei PDP.

    In attesa della norma tecnica.

    L'articolo 46 dell'emendamento n. II-3211 del progetto della legge finanziaria del 2021 prevede che i requisiti tecnici e giuridici per adattarsi al nuovo modello siano pubblicati a settembre. Questi comprenderanno il formato dei diversi documenti fiscali, le condizioni per le varie Plateformes de Dématérialisation Partenaires e la periodicità delle dichiarazioni elettroniche.

    Iscriviti al nostro bollettino mensile per essere sempre aggiornato su tutte le novità sul progetto di Fatturazione Elettronica annunciato dalla DGFiP.

     

    Vuoi saperne di più?

    Richiedi maggiori informazioni

    Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

    Nuovi requisiti nel documento di trasporto merci in Messico

    Le società di trasporto avranno l'obbligo di emettere un nuovo supplemento per il trasporto di merci chiamato Carta Porte. 

    La Romania accelera la digitalizzazione del proprio sistema fiscale

    Dal 2022 tutte le aziende in Romania dovranno dichiarare le loro informazioni fiscali elettronicamente attraverso SAF-T.

    La Fattura Elettronica in Tanzania

    Informazioni fondamentali sul nuovo sistema VFD - Virtual Fiscal Device, implementato dall’autorità fiscale della Tanzania.