Fattura Elettronica

La Polonia renderà obbligatorio l'uso della Fatturazione Elettronica B2B

 Fatturazione Elettronica B2B Polonia

La Commissione Europea ha approvato il progetto polacco relativo all'introduzione della fatturazione elettronica obbligatoria tra aziende (B2B), dopo la richiesta presentata il 2 agosto 2021. Grazie a questa approvazione, la Polonia può procedere con l'introduzione della fatturazione elettronica B2B obbligatoria dal 2023. Le aziende dovranno utilizzare la piattaforma nazionale KSeF, disponibile su base volontaria dal 1° gennaio 2022.

La Polonia avanza nel suo progetto di massificare la fatturazione elettronica tra le aziende private. Le caratteristiche del nuovo sistema di fatturazione elettronica sono contenute nel disegno di legge pubblicato a febbraio dal Ministero e approvato a ottobre. Secondo la legge, il nuovo sistema entrerà in vigore nel gennaio 2022. Le aziende avranno un anno per predisporre i propri sistemi gestionali poiché dal 2023 l'utilizzo della fatturazione elettronica sarà obbligatorio.Le caratteristiche del nuovo sistema di Fatturazione Elettronica sono state incluse nel progetto di legge pubblicato a febbraio dal Ministero delle Finanze. 

Con l'introduzione della Fattura Elettronica, il governo vuole compiere ulteriori passi avanti nella digitalizzazione del sistema fiscale ed essere in grado di beneficiare dei vantaggi della sua implementazione, così come stanno già facendo altri Paesi dell'UE, come l'Italia, dove la fattura elettronica B2B è obbligatoria dal 2019. Il nuovo modello elettronico di pagamento delle imposte sarà infatti molto simile a quello italiano. Tutte le fatture emesse dovranno essere dichiarate attraverso una piattaforma centrale denominata Sistema Nazionale di Fatturazione Elettronica o KSeF, simile all’SdI italiano. 

Per incoraggiare l'uso della nuova piattaforma, il governo ha annunciato, come incentivo fiscale, la riduzione delle tempistiche di rimborso IVA di un terzo (20 giorni invece di 40 o 60). Inoltre, i contribuenti possono essere esentati dal dichiarare il file JPK_FA. 

Di seguito sono riportate le caratteristiche più rilevanti che, per il momento, sono emerse sul nuovo sistema di Fatturazione Elettronica polacco. 

Sistema nazionale di Fatturazione Elettronica - KSeF

Il KSeF è la piattaforma centrale del governo per l’invio e la ricezione delle Fatture Elettroniche. Le aziende devono trasmettere tutte le Fatture Elettroniche al KSeF, dove verrà  applicata una marca temporale elettronica (timestamping). 

Inoltre, la piattaforma emetterà una serie di conferme che avviseranno gli utenti del numero assegnato attraverso il timestamp, del rifiuto della fattura o dell'impossibilità di emissione a causa dell'indisponibilità del KSeF stesso. 

Le fatture possono essere consultate e scaricate in formato originale o pdf tramite il portale, che fungerà anche da archivio, conservando i documenti fiscali elettronici per 10 anni. 

Cronoprogramma di implementazione del KSeF

  • Ottobre 2021: Inizio del periodo di test. Le aziende che volessero possono partecipare nel periodo di test.
  • Gennaio 2022: Fase volontaria. Le aziende che volessero possono iniziare a fatturare elettronicamente.
  • 2023: Uso obbligatorio della fattura elettronica.

Chi è interessato dalla misura?

Tutti i contribuenti soggetti all'IVA.

Fattura strutturata 

Per fatture strutturate si intendono le Fatture Elettroniche gestite attraverso il KSeF. Per il momento, le fatture strutturate coesisteranno con le fatture cartacee e il resto delle Fatture Elettroniche già in funzione sul mercato.  

Vantaggi della Fattura Elettronica B2B in Polonia

Questi sono alcuni dei vantaggi che il governo si aspetta di ottenere con la diffusione massiva della Fatturazione Elettronica B2B. 

  • Miglioramento dell'ambiente gestionale per i contribuenti, attraverso un accesso più facile e veloce ai documenti. 
  • Maggiore sicurezza nelle transazioni commerciali grazie alla standardizzazione del formato della fattura. 
  • Riduzione degli errori umani grazie all'automazione dei processi contabili. 
  • Ottimizzazione del controllo fiscale. 
  • Aumento della riscossione delle imposte. 

Servizio EDICOM Polonia Compliance

EDICOM offre una soluzione completa per le aziende con una sede in Polonia. La piattaforma EDICOM per la Fatturazione Elettronica e la conformità all'IVA automatizza tutti i processi di fatturazione e la dichiarazione dei documenti fiscali, sia B2G che B2B.  Integrato con il tuo ERP, il servizio EDICOM ti permetterà di generare, inviare e ricevere sia Fatture Elettroniche B2B da dichiarare attraverso il nuovo sistema KSeF, sia Fatture Elettroniche indirizzate alle pubbliche amministrazioni polacche attraverso la piattaforma centrale PeF, in conformità con i requisiti legali e tecnici richiesti dal Ministero delle Finanze. 

Inoltre, la soluzione è anche in grado di automatizzare l'emissione di file SAF-T per la dichiarazione delle informazioni contabili. 

Una soluzione completa che ti aiuterà a ridurre i tempi di restituzione dell'IVA, a ridurre i costi di gestione e a offrirti maggiori garanzie di sicurezza e riservatezza. 

*I contenuti di questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità di EDICOM e non riflettono necessariamente l'opinione dell'Unione Europea.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Gli Stati Uniti lanciano il loro progetto pilota per la fatturazione elettronica

La Business Payments Coalition insieme alla Federal Reserve sta sviluppando un progetto pilota

Il Belgio estende la fatturazione elettronica B2G a tutti i suoi fornitori

Il governo belga ha approvato un progetto di Regio Decreto sull'implementazione della fatturazione elettronica

La Svezia avvia una consultazione sulla fatturazione elettronica e la dichiarazione digitale dell'IVA

L'Agenzia delle entrate svedese sta valutando vari modelli per conformarsi ai requisiti di dichiarazione digitale dell'IVA