Fattura Elettronica

Come funziona la fatturazione elettronica in Ecuador

Come funziona la fatturazione elettronica in Ecuador

La fatturazione elettronica in Ecuador è nelle fasi finali del suo programma di implementazione. Avviato nel 2014 dal Servicio de Rentas Internas (SRI) dell'Ecuador, il progetto si è concluso nel novembre 2022 con l'incorporazione del 100% di tutti i contribuenti.

Indice dei contenuti [Nascondi]

Il sistema di fatturazione elettronica dell'Ecuador

Il sistema di fatturazione dell'Ecuador segue un modello di emissione chiamato Offline. Le fatture elettroniche prendono il nome di comprobantes electrónicos. I comprobantes electrónicos sono generati e firmati attraverso la piattaforma di fatturazione elettronica contrattata dall'emittente. I comprobantes electrónicos vengono inviati all'SRI, che li convalida e li autorizza. Una volta convalidati e autorizzati, vengono inviati al destinatario con il codice di autorizzazione assegnato dall'SRI e una rappresentazione grafica chiamata RIDE. È importante notare che i destinatari devono aver dato il loro consenso a ricevere le fatture elettroniche. Nel caso in cui il destinatario non acconsenta, non fornisca all'emittente le informazioni necessarie per l'invio del comprobante electrónico o richieda espressamente la stampa del comprobante, gli emittenti devono stampare e consegnare la RIDE.

Requisiti per diventare un emittente di fatture elettroniche

  • Disporre di un certificato di firma elettronica.
  • Avere appaltato una soluzione per generare fatture elettroniche in conformità con i requisiti tecnici dell'SRI.
  • Essere registrati sull’SRI Online (Modulo 361).
  • Possedere un contratto di addebito registrato.

Comprobantes electrónicos

I comprobantes electrónicos sono documenti fiscali in formato elettronico conformi ai requisiti legali e normativi dell'SRI.

Tipi di “comprobantes electrónicos”

  • Fatture
  • Pagamenti per l'acquisto di beni e servizi
  • Note di credito
  • Note di debito
  • Comprobantes de retención
  • Guías de remisión

Formato

File strutturato in formato XML firmato digitalmente. Xml 1.0.

Archiviazione

Obbligo per emittente e destinatario di conservare le ricevute elettroniche per 7 anni.

Nuova Risoluzione Nº NAC-DGERCGC24-00000008

Il Servicio de Rentas Internas (SRI) ha annunciato il 29 febbraio 2024 importanti modifiche fiscali con l'emissione della RISOLUZIONE NAC-DGERCGC24-00000008, che stabilisce nuove aliquote di ritenuta a partire da marzo 2024.

L'aggiornamento, dettagliato nella versione EC v2.26, include modifiche significative che hanno un impatto sia sull'imposta sul valore aggiunto (IVA) che sulle aliquote delle ritenute fiscali sul reddito.
Tra i punti salienti del regolamento troviamo:

  • Nuova aliquota IVA al 13%: viene stabilito un adeguamento dell'aliquota IVA, che ora è fissata al 13%.
  • Aggiornamento delle percentuali di trattenuta dell'imposta sul reddito: sono state definite nuove percentuali di trattenuta dell'imposta sul reddito che devono essere applicate dai contribuenti al momento del pagamento o dell'accredito del reddito imponibile.

Le percentuali di ritenuta variano tra lo 0% e il 10%, con diversi scaglioni dettagliati nella risoluzione. Inoltre, è stabilito che i pagamenti non coperti dalle specifiche percentuali di ritenuta saranno soggetti a una ritenuta del 2,75%.

Alcuni punti chiave del regolamento includono la ritenuta sui pagamenti a non residenti per servizi occasionali, l'applicazione di percentuali multiple a seconda del tipo di reddito e alcune specifiche eccezioni.
È importante notare che la ritenuta avverrà al momento del pagamento o dell'accredito sul conto, a seconda di quale dei due avvenga prima. D'altra parte, gli aggregatori di pagamenti e i marketplace online sono autorizzati a emettere un unico "comprobante de retención" per le transazioni effettuate nel corso di un mese.

Queste misure rappresentano un significativo adeguamento degli obblighi fiscali e mirano a rafforzare il sistema fiscale per garantire equità ed efficienza nella riscossione delle imposte.

Riforma fiscale “Ley orgánica de eficiencia económica y generación de empleo”

Il 19 dicembre 2023, l'Assemblea Nazionale ha approvato la riforma fiscale "Ley orgánica de eficiencia económica y generación de empleo", che è entrata in vigore il 1° gennaio 2024.

Le novità più importanti della riforma fiscale sono:

1. Emissione di Autoritenute:

  • La riforma prevede che le società considerate grandi contribuenti non siano soggette alla ritenuta alla fonte dell'imposta sul reddito, con alcune eccezioni. Nel loro caso, dovranno effettuare una ritenuta mensile su tutto il loro reddito imponibile.
  • Il 12 gennaio è stata formalizzata la RISOLUZIONE NAC-DGERCGC24-00000003 per le norme applicabili all'autoritenuta dell'imposta sul reddito dovuta dalle società classificate come grandi contribuenti. 

Le autoritenute verranno applicate sul reddito imponibile mensile e verrà emesso un attestato di ritenuta corrispondente.

Eccezioni nell'autoritenuta:
Le fonti di reddito, come i contratti per l'esplorazione e lo sfruttamento degli idrocarburi con lo Stato ecuadoriano, i contratti con enti governativi, governi autonomi decentrati ed enti di previdenza sociale.

Fanno eccezione i redditi imponibili soggetti a regimi speciali di imposta sul reddito ai sensi della Ley de Régimen Tributario Interno (Legge sul regime fiscale interno) e i redditi soggetti ad altri regimi di auto-ritenzione stabiliti dalla legge. 

Calcolo in caso di indifferenziazione dei ricavi:
Se un contribuente di grandi dimensioni non è in grado di distinguere tra reddito imponibile ed esente, l'auto-ritenuta deve essere calcolata sul reddito totale percepito mensilmente.

Le percentuali di autocorrezione in base al settore economico sono le seguenti:

  • Supplemento: Se il contribuente non ha effettuato l'autoritenuta a cui è obbligato, o l'ha effettuata parzialmente, deve versare tali importi con i relativi interessi, fatta salva la sanzione equivalente al 100% della ritenuta.
     
  • Liquidazione e pagamento: il modulo per la dichiarazione e il pagamento delle auto-ritenute di cui al presente atto normativo corrisponde allo stesso modulo utilizzato per la liquidazione e il pagamento della ritenuta alla fonte dell'imposta sul reddito.


- Presentazione e pagamento della dichiarazione: fino all'undicesimo (11°) giorno del rispettivo mese di scadenza di ciascuna obbligazione, senza tenere conto della nona cifra del Registro Unico dei Contribuenti.

- Scadenze per dichiarare e pagare: Fino alle date indicate di seguito, in base alla nona cifra del numero RUC:


2. Inserimento nei comprobantes electrónicos della dicitura “GRANDES CONTRIBUYENTES” e del numero della risoluzione che li classifica come tali.

Il 29 dicembre 2023 è stato emanato il Decreto 99, che stabilisce che i contribuenti classificati dall'Amministrazione fiscale come Grandi contribuenti devono riportare sulle ricevute di vendita elettroniche la dicitura "Gran Contribuyente" insieme al numero della risoluzione che li classifica come tali, utilizzando i mezzi appropriati a tale scopo..

Quali sono le modifiche apportate dal Decreto Nº 430 del 2010?

Il decreto Nº 430-2010, noto anche come "Reglamento de Comprobantes de Venta, Retención y Documentos Complementarios ", stabilisce l'obbligo di includere nei Comprobantes de Venta elettronicos un'indicazione della categoria del contribuente, identificandolo come "Grande Contribuente", insieme al numero di risoluzione corrispondente.

"15. I contribuenti individuati dall'Amministrazione Finanziaria come Grandi Contribuenti devono riportare, con mezzi idonei, nei comprobantes de venta electrónicos la dicitura: 'Grande Contribuente' e il numero della risoluzione che attribuisce loro tale classificazione."

Ciò implica che nella rappresentazione stampata del documento informatico (RIDE), deve essere consentita la visualizzazione di tali informazioni.

Dove posso verificare se sono classificato come Grande Contribuente?
Le aziende designate con la categoria “Grande Contribuente” sono consultabili nell'elenco del “Catasto dei Grandi Contribuenti”, se hai eventuali dubbi o vuoi sapere se la tua azienda rientra nella categoria di “Grande Contribuente” puoi contattare il nostro team commerciale

Una soluzione automatizzata per l'emissione di comprobantes electrónicos

EDICOM ha sviluppato una piattaforma internazionale di fatturazione elettronica per la generazione, l'invio e l'archiviazione di comprobantes electrónicos in conformità con i requisiti stabiliti dall'Agenzia delle Entrate dell'Ecuador. Questo processo viene eseguito automaticamente, in modo che le aziende riducano il tempo dedicato a queste attività amministrative.

L'implementazione della fatturazione elettronica è semplice e veloce. Tutti i contribuenti ecuadoriani che lo desiderano possono adottare questo nuovo sistema elettronico, utilizzando i servizi EDICOM.

EDICOM News Italia | Scopri di più su Fattura Elettronica

La Fatturazione Elettronica in Italia

Come funziona il sistema di Fatturazione Elettronica in Italia.

La Croazia si prepara alla fatturazione elettronica B2B: Progetto Fiscalizzazione 2.0

La Croazia prevede che la fatturazione elettronica B2B e la contabilità elettronica inizieranno a gennaio 2026.

VeriFactu, il sistema di verifica delle fatture per combattere le frodi fiscali in Spagna

Scopri i requisiti che le aziende devono rispettare per adeguarsi al Regolamento VeriFactu.