Fattura Elettronica

L'Australia punta sulla Fattura Elettronica B2B

Australia Fattura Elettronica B2B

Il governo australiano (Dipartimento del Tesoro) ha avviato una consultazione pubblica per sostenere l'adozione della fatturazione elettronica B2B in Australia. L'iniziativa si chiama Business eInvoicing Right (BER) e prevede che tutte le aziende che sono pronte a ricevere fatture in formato Peppol possano chiedere ai propri partner di inviare loro fatture in questo stesso formato. L'obiettivo dell'iniziativa BER è di estendere l'uso della fatturazione elettronica tra le aziende. 

A seguito di questa consultazione, il governo ha investito altri 15,3 milioni di dollari per aumentare a consapevolezza e l'adozione della fatturazione elettronica per le imprese. 

Il finanziamento sosterrà il Tesoro e l'Australian Peppol Authority per:

  • Collaborare con i fornitori di servizi di pagamento ed integrare la fatturazione elettronica nei principali metodi di pagamento utilizzati dalle aziende
  • Svolgere attività formative per sensibilizzare le aziende sulla fatturazione elettronica
  • Far progredire i progetti pilota della catena di approvvigionamento con le grandi aziende ed analizzare le buone pratiche per promuoverne l'adozione nelle catene di approvvigionamento
  • Continuare a collaborare con stati e territori per aumentare l'adozione della fatturazione elettronica nel settore pubblico.

Il BER prevede tre fasi di attuazione provvisorie

  • Dal 1 luglio 2023: tutte le aziende hanno il diritto di richiedere e ricevere fatture elettroniche in formato Peppol da grandi aziende. Le grandi aziende dovranno inviare una fattura elettronica in formato Peppol a seguito di una richiesta valida ai sensi del BER.
  • Dal 1 luglio 2024: tutte le aziende hanno il diritto di richiedere e ricevere fatture elettroniche in formato Peppol da aziende di medie e grandi dimensioni. Le medie e grandi aziende avranno l'obbligo di inviare una fattura elettronica in formato Peppol a seguito di una richiesta valida ai sensi del BER.
  • Dal 1 luglio 2025: tutte le aziende hanno il diritto di richiedere e ricevere fatture elettroniche in formato Peppol. Tutte le aziende interessate dovranno inviare una fattura elettronica in formato Peppol a seguito di una richiesta valida ai sensi del BER.

EDICOM è un Access Point accreditato dall'autorità fiscale australiana

L'Australia ha adottato il modello Peppol per lo scambio di fatture in formato elettronico. Per questo è necessario disporre di un Access Point Peppol in grado di comunicare e trasformare i messaggi secondo le specifiche del sistema Peppol. EDICOM è un Access Point accreditato dall'autorità fiscale australiana ATO ed anche dal Ministero del Commercio, dell'Innovazione e dell'Occupazione (MBIE) della Nuova Zelanda.

La fatturazione elettronica B2G in Australia

Il Governo Australiano sta portando avanti l'implementazione della fatturazione elettronica in ambito pubblico. A partire dal 1 luglio 2022, l'uso della fatturazione elettronica sarà obbligatorio per le agenzie del Commonwealth secondo il formato di comunicazione Peppol.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Ultime novità sulla conservazione delle fatture estere

L'Agenzia delle Entrate chiarisce nella sua ultima circolare le modalità di conservazione delle fatture estere.

Asia-Pacifico: Stato della fatturazione elettronica e delle dichiarazioni fiscali elettroniche

Dal Giappone alla Nuova Zelanda la regione APAC sta accelerando l'implementazione dei requisiti di fatturazione elettronica