Fattura Elettronica

La Giordania si prepara all’introduzione della Fattura Elettronica

 Fattura Elettronica Giordania

La Giordania si prepara ad adottare la Fattura Elettronica. Il Ministry of Digital Economy and Entrepreneurship (MDEE) ha elaborato un progetto nel quale vengono definiti i requisiti del sistema di fatturazione. L'obiettivo è quello di creare una soluzione nazionale di Fatturazione Elettronica che agevoli l’acquisizione di informazioni e la trasparenza nelle transazioni di acquisto e vendita per l’agenzia delle entrate locale. Il sistema dovrà presentarsi come uno strumento accessibile a diversi utenti allo scopo di facilitare la sua diffusione massiva nel Paese. 

La Giordania e le sfide poste dalla digitalizzazione 

In Giordania, da luglio 2019, è obbligatoria l’emissione di fattura per la vendita di beni e servizi. Tuttavia, non vi è alcuna armonizzazione del sistema di fatturazione, il che rende difficile il controllo fiscale e inficia la sicurezza nello scambio di informazioni tra le imprese.

L’Income and Sales Tax Department (ISTD) si propone di fare un ulteriore passo avanti e richiedere l'emissione di Fattura Elettronica a chi è già interessato dall’obbligo di emissione, che dovrà poi inviarle anche all’organismo tributario.

Attualmente la Giordania non dispone di un sistema di Fatturazione Elettronica. Per iniziare il processo, attraverso il documento Request for Proposal (RFP), l’MDEE ha stabilito le caratteristiche e i requisiti del sistema nazionale di Fatturazione Elettronica. 

I requisiti e le caratteristiche del sistema di fatturazione dipendono dal tipo di utente, dall'accesso al canale, dal tipo di sistema di gestione della fattura o dai diversi processi: emissione, ricezione, convalida, invio, conservazione, soluzione di firma elettronica della fattura, ecc. 

Il sistema di Fatturazione Elettronica deve essere in grado di garantire aspetti come: 

  • Controllo e prevenzione della frode e dell'evasione fiscale.
  • Aumento dell'efficienza e contenimento dei costi derivanti dal risparmio di carta.
  • Accessibilità dello strumento proposto attraverso diversi canali di accesso come i dispositivi mobili e la piattaforma online.
  • Facilità di implementazione per una maggiore adozione da parte delle imprese e dei contribuenti.
  • Esperienza dell'utente attraverso le diverse interfacce. 

L'implementazione di un sistema di Fatturazione Elettronica mette la Giordania sulla strada dell'e-government, una delle raccomandazioni delineate di recente dal Jordan Strategy Forum (JSF).

Secondo i dati del rapporto "Indice di sviluppo dell'E-Government" fornito dal JSF, il Paese si trova a un livello molto basso di sviluppo dell'e-government nel gruppo dei Paesi ONU. Lo sviluppo dell'e-government è calcolato sulla base del punteggio EGDI, elaborato dalle Nazioni Unite, che misura la portata e la qualità dei servizi online, la connettività delle telecomunicazioni e le capacità umane. 

Una delle raccomandazioni del rapporto del JSF è quella di lavorare sulla sicurezza dello scambio elettronico di informazioni e sul livello di sicurezza dei mezzi utilizzati. 

Durante quest'anno è prevista la pubblicazione, da parte del governo, del calendario di attuazione e dei requisiti tecnici necessari ai contribuenti per l’adeguamento. 

 

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Gli Stati Uniti lanciano il loro progetto pilota per la fatturazione elettronica

La Business Payments Coalition insieme alla Federal Reserve sta sviluppando un progetto pilota

La Polonia renderà obbligatorio l'uso della Fatturazione Elettronica B2B

La massificazione è iniziata in maniera volontaria lo scorso ottobre del 2021 e sarà obbligatoria a partire dal 2023

Il Belgio estende la fatturazione elettronica B2G a tutti i suoi fornitori

Il governo belga ha approvato un progetto di Regio Decreto sull'implementazione della fatturazione elettronica