Fattura Elettronica

Come funziona la Fattura Elettronica in Paraguay

fattura elettronica Paraguay

L'implementazione della Fattura Elettronica in Paraguay, pianificata dalla Subsecretaría de Estado de Tributación (SET), mira a migliorare l'esazione tributaria ed a frenare la frode fiscale nel Paese. Il progetto di fatturazione elettronica in Paraguay è iniziato nel 2017 e prevede diverse fasi di attuazione: programma pilota, adesione volontaria ed obbligatoria.

Indice dei contenuti [Nascondi]

Sistema Integrato di Fatturazione Elettronica Nazionale – SIFEN 

Il Sistema Integrato di Fatturazione Elettronica Nazionale (SIFEN) stabilisce il nuovo regime fiscale del Paraguay. Il SIFEN attraverso la piattaforma e-kuatia è il sistema attraverso il quale vengono emessi, ricevuti, validati, archiviati e resi disponibili i servizi di consultazione dei Documenti Tributari Elettronici o DTE.

Situazione attuale dell'implementazione della fatturazione elettronica in Paraguay

La Subsecretaría de Estado de Tributación (SET) ha emesso la Delibera Generale nº 105/2021 attraverso la quale vengono previste misure amministrative per l'emissione di documenti fiscali elettronici e si stabilisce quali contribuenti vengono indicati come soggetti emittenti fatture elettroniche. Tale delibera modifica le date, stabilite dalla Delibera Generale nº 95/2021, a partire dalle quali i contribuenti che facevano parte del programma pilota e della fase di adesione volontaria al Sistema Integrato di Fatturazione Elettronica Nazionale (SIFEN) dovevano emettere i propri documenti fiscali esclusivamente per via telematica, la nuova data è il 1º luglio 2022, con l'obiettivo di ottenere un'implementazione sostenibile e graduale del SIFEN. 

Con questa nuova delibera, la SET amplia l'elenco dei soggetti obbligati per avanzare nell'implementazione massiva della fatturazione elettronica e stabilisce le date a partire dalle quali i nuovi gruppi di contribuenti dovranno emettere telematicamente tutti i loro documenti fiscali. A tale scopo, i contribuenti indicati nei gruppi dall'1 al 10, dovranno emettere esclusivamente per via telematica tutta la loro documentazione fiscale, ad eccezione del documento virtuale denominato "Comprobante de Retención".

 

GruppiData dalla quale sono obbligati

1 – “Programma pilota”

1º luglio 2022

2 – “Adesione volontaria”

1º luglio 2022

3 – “Obbligatorietà”

2 gennaio 2023

4 – “Obbligatorietà”

3 aprile 2023

5 – “Obbligatorietà”

3 luglio 2023

6 – “Obbligatorietà”

2 ottobre 2023

7 – “Obbligatorietà”

2 gennaio 2024

8 – “Obbligatorietà”

1º aprile 2024

9 – “Obbligatorietà”

1º luglio 2024

10 – “Obbligatorietà”

1º ottobre 2024

Elenco dei contribuenti obbligati

L'elenco dei contribuenti che compongono i gruppi sarà disponibile sul portale web del SIFEN (ekuatia.set.gov.py/portal/ekuatia/), sul sito web della SET, ed i contribuenti interessati riceveranno un avviso nella Casella di posta fiscale "Marandu".

Documenti Tributari Elettronici del Paraguay

I DTE sono i documenti fiscali che sono stati convalidati ed approvati dal SIFEN, in formato elettronico. Servono a dichiarare l'addebito e l'accredito d'imposta nell'IVA, nonché le entrate, i costi e le spese nelle Imposte sul reddito. 

Tipi di DTE in Paraguay

Ricevute di vendita elettroniche
•    Fattura elettronica
•    Fattura elettronica d'importazione
•    Fattura elettronica d'esportazione
Documenti elettronici complementari
•    Nota di credito elettronica
•    Nota di addebito elettronica
Nota di presentazione elettronica

Autofattura elettronica

Formato dei DTE del Paraguay 

Esiste una differenza tra due tipi di formato per i DTE, il Documento Elettronico ed il Documento Tributario Elettronico, a seconda che sia stata effettuata la convalida precedente o successiva. 

DE: Documenti Elettronici (Fattura Elettronica, Fattura Elettronica si Esportazione, Fattura Elettronica di Importazione, Nota Elettronica di Credito, Nota Elettronica di Addebito, Autofattura Elettronica, Nota di Presentazione Elettronica, altri Documenti Elettronici) generati dal sistema di fatturazione di un emittente elettronico autorizzato.
DTE: corrispondono alla conversione di un DE che ha superato in modo soddisfacente o positivo tutte le Convalide previste a tal fine, e che sono archiviate nel SIFEN, e quindi possono essere utilizzati come supporti documentali a fini fiscali, commerciali, contabili e legali.

KUDE – Rappresentazione grafica della fattura elettronica

Nel caso in cui la merce venga trasferita o quando il destinatario non usi la fatturazione elettronica, deve essere consegnata una rappresentazione grafica denominata KuDE. Il KuDE può essere consegnato in formato cartaceo o digitale. È un documento fiscale ausiliario che esprime in modo semplificato un'operazione che è stata presentata con un DE. Il KuDE deve essere conservato per un periodo minimo di 6 mesi.

Come funziona la Fattura Elettronica in Paraguay?

  • Le fatture elettroniche vengono generate in formato XML e devono riportare il timbro apposto su ogni documento.
  • La firma digitale ed il codice di controllo devono essere inseriti in ogni documento elettronico per garantirne l'autenticità e l'integrità.
  • L'Emittente delle Fatture Elettroniche deve inviare i Documenti Elettronici all'Amministrazione Fiscale per la loro convalida.
  • Una volta ricevuti, il SIFEN ne verificherà la validità. Qualora soddisfino i requisiti acquisiranno il valore di Documento Tributario Elettronico e, solo a partire da quel momento, saranno sempre validi per dichiarare il credito e l'addebito d'imposta di IVA, nonché le vendite di beni e servizi, ed i costi e le spese delle imposte sul reddito.
  • La fattura elettronica ha validità legale una volta convalidata ed autorizzata dalla SET.
  • L'Emittente delle Fatture Elettroniche ha l'obbligo di consultare l'esito del processo di verifica attraverso il sistema Web Service fornito dall'Amministrazione Fiscale.
  • Quando l'Acquirente è un Destinatario elettronico, l'Emittente della fattura deve inviare i DTE tramite Web Service, e-mail, messaggistica dati o inserirli in un sistema informatico per il download. A sua volta, il Destinatario deve esprimere il proprio consenso o rifiuto dei DTE ricevuti, in quest'ultimo caso indicando il motivo.
  • Quando l'Acquirente è un Destinatario non elettronico, L'Emittente deve consegnare una rappresentazione grafica del documento in formato fisico o inviarlo digitalizzato tramite e-mail, oppure renderlo disponibile per il download.

I DTE devono essere archiviati, oltre a garantirne la riservatezza, l'integrità, l'accessibilità e la successiva consultazione.

Requisiti per essere un Emittente di documenti tributari elettronici

  • Essere autorizzato dall'Amministrazione Fiscale come fatturante elettronico.
  • Ottenere il certificato digitale dai Provider di servizi di certificazione elettronica autorizzati con l'obiettivo di garantire l'autenticità, l'integrità ed il non rifiuto dei Documenti Elettronici (ED) che emette, e che devono contenere il Registro Único de Contribuyente (RUC) dell'Emittente elettronico.
  • Possedere l'opportuno supporto tecnico per la fatturazione che ne consenta l'emissione, la ricezione e la conservazione.
  • Sostenere con successo il processo di test obbligatorio nell'ambiente di verifica previsto dalla SET al fine di garantire la qualità delle informazioni inviate e ricevute nei DE.
  • Richiedere l'autorizzazione e la timbratura per i DTE attraverso il sistema di gestione fiscale di Marangatu, utilizzando a tal fine il proprio Codice di Accesso Utente Riservato, per avere il quale è necessario essere in regola con l'adempimento dei propri obblighi fiscali e disporre di un RUC attivo.
  • Richiedere alla SET il Codice di Sicurezza del Contribuente (CSC) per la generazione del codice QR da inserire nel KuDE (rappresentazione grafica e semplificata di un DE o DTE in formato fisico o digitale visibile) associato al proprio DE. 
     

Soluzioni di fatturazione elettronica adatte alle tue esigenze

EDICOM è un provider internazionale di soluzioni per la fatturazione elettronica. Offre soluzioni globali di integrazione dei dati tra aziende che includono una piattaforma unica di fatturazione elettronica internazionale adattata alle specifiche tecniche e legali dei vari Paesi in cui operano i suoi clienti.

Uno dei vantaggi di questa soluzione è la sua scalabilità, che consente l'implementazione di nuovi strumenti in base alle esigenze dell'azienda, nonché la capacità di operare a livello globale di EDICOM, le cui piattaforme per l'invio e la ricezione di fatture elettroniche sono adattate alle specifiche del Paesi di origine e destinazione in cui operano i suoi clienti.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Ultime novità sulla conservazione delle fatture estere

L'Agenzia delle Entrate chiarisce nella sua ultima circolare le modalità di conservazione delle fatture estere.

Asia-Pacifico: Stato della fatturazione elettronica e delle dichiarazioni fiscali elettroniche

Dal Giappone alla Nuova Zelanda la regione APAC sta accelerando l'implementazione dei requisiti di fatturazione elettronica