International Compliance

e-Tax Compliance in Grecia – myDATA

e-Tax Compliance in Grecia – myDATA

La digitalizzazione del sistema fiscale greco è stata approvata nel 2019 attraverso la legge Νόμος ν. 4646/2019. Tuttavia, la crisi sanitaria causata dalla pandemia da COVID-19 ha ritardato la sua attuazione.

L'Autorità fiscale greca, l’autoritá Indipendente per le Entrate Pubbliche (IAPR), consapevole della difficoltà delle imprese ad adattarsi al nuovo sistema elettronico di dichiarazione fiscale, ha concesso più tempo per la sua adozione, con novembre 2021 come data finale di inizio del progetto e-Tax Compliance.  

Il nuovo sistema viene implementato in maniera scaglionata a seconda delle informazioni da trasmettere. Le aziende devono trasmettere le informazioni fiscali e contabili in formato elettronico attraverso la piattaforma nazionale myDATA.  

    Sommario [Nascondi]

    Che cos’è My Digital Accounting & Tax Application – myDATA

    myDATA è la piattaforma creata da IAPR per digitalizzare la dichiarazione delle informazioni fiscali e contabili delle aziende attraverso l’invio di registri elettronici.

    Con l'implementazione di myDATA si desidera semplificare l'adempimento degli obblighi fiscali da parte delle aziende, nonché ottenere una maggiore trasparenza nelle transazioni, generando un clima di fiducia tra l'amministrazione e le aziende, volto a ridurre l'evasione e la frode fiscale.

    Il lancio di myDATA è un importante passo avanti nella trasformazione digitale dell'amministrazione fiscale greca.

    Quali sono le aziende che devono effettuare la dichiarazione tramite myDATA

    Tutte le società la cui tenuta contabile segue le normative fiscali stabilite dalla Grecia. Quali informazioni fiscali devono essere inviate attraverso myDATA?

    Le aziende devono comunicare:

    • Sintesi dei documenti delle entrate e uscite (panoramica).
    • Classificazione delle entrate e delle uscite per tipo.
    • Voci contabili necessarie per determinare i risultati contabili e fiscali annuali (ad es. buste paga, ammortamento, entrate/uscite maturate a fine anno).

    Sulla base della dichiarazione delle informazioni contabili e fiscali fornite a myDATA, saranno generati e aggiornati due registri elettronici:

    • Registri dettagliati (Detailed Book): contenenti i dati dei documenti relativi alle entrate e/o uscite, la classificazione di questi documenti, oltre alle scritture di rettifica contabile.
    • Registri di riepilogo (Summary Book): documenti che riflettono i risultati fiscali e contabili dell'azienda in modo aggregato, sulla base delle informazioni fornite dai registri dettagliati.

    Qual è la data di inizio dell'obbligo

    • Dal 1° novembre 2021: tutte le aziende devono trasmettere le informazioni sul reddito richieste dall'IAPR tramite myDATA.
    • Dal 1° gennaio 2022: tutte le aziende devono trasmettere le informazioni sulle spese richieste dall'IAPR tramite myDATA.

    Come trasmettere le informazioni a myDATA

    Dalle informazioni ottenute dall'ERP, la soluzione Global Compliance di EDICOM trasforma i dati nel formato richiesto dall'IAPR e li invia a myDATA che genera gli e-book contabili e convalida le informazioni attraverso una serie di conferme. La piattaforma EDICOM integra le conferme nell'ERP dell'azienda, informandoti in ogni momento sullo stato delle comunicazioni. L'intero processo avviene immediatamente e in modo trasparente.

    Il governo ha stabilito 4 diversi metodi per l'invio di informazioni da parte delle aziende:

    • tramite gli ERP
    • tramite i fornitori di servizi di Fatturazione Elettronica
    • manualmente tramite la piattaforma myDATA (solo per le piccole imprese)
    • registratori di cassa certificati per le transazioni di vendita al dettaglio (certified cash registers for retail sales transactions).

    Chi deve presentare i dati tramite myDATA e con quale frequenza

    • I documenti relativi alle entrate (per esempio le fatture di vendita) devono essere trasmessi e registrati dall'emittente in tempo reale.
    • I documenti relativi alle uscite (per esempio le fatture di acquisto) in genere non devono essere trasmessi dal ricevente, poiché tali documenti sono già stati trasferiti dall'emittente.  In questo caso il ricevente sarà obbligato a registrare tale spesa. Tuttavia, se l'emittente non ha notificato il documento relativo alle entrate (per esempio la fattura emessa da un'azienda estera, o se l'emittente semplicemente non ha adempiuto ai propri obblighi legali), il ricevente dovrà anche comunicare la spesa prima di registrarla. La spesa deve essere trasmessa e registrata prima del termine del periodo di presentazione della dichiarazione dell'IVA (l'ultimo giorno del mese successivo), fatto salvo per i casi in cui l'emittente del documento non ha presentato il documento per omissione (non perché fosse esonerato da tale obbligo). In quest’ultimo caso, il ricevente deve comunicare e registrare tale spesa entro i 2 mesi successivi al termine utile per la presentazione della dichiarazione dell'IVA.
    • Tutte le aziende devono presentare le scritture contabili necessarie per stabilire i risultati contabili e fiscali annuali (busta paga, ammortamento, ecc.). Le scritture contabili saranno trasmesse fino alla fine del sesto mese successivo alla fine dell'anno fiscale.
    • Per quanto riguarda la busta paga, questa deve essere presentata entro il termine per la dichiarazione delle ritenute.

    Per il momento, il nuovo modello di dichiarazione digitale delle imposte coesisterà con le attuali dichiarazioni IVA. L'agenzia delle entrate greca IAPR effettuerà un controllo degli e-book contabili della piattaforma myDATA rispetto alle dichiarazioni IVA. In caso di discrepanze, i contribuenti avranno due mesi di tempo per correggere gli errori rilevati. La mancata correzione di tali errori entro le tempistiche previste potrà dar luogo a verifiche fiscali condotte dall'autorità preposta.

     

    Vuoi saperne di più?

    Richiedi maggiori informazioni

    Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

    Asia-Pacifico: Stato della fatturazione elettronica e delle dichiarazioni fiscali elettroniche

    Dal Giappone alla Nuova Zelanda la regione APAC sta accelerando l'implementazione dei requisiti di fatturazione elettronica

    Il Brasile rende obbligatorio l'uso del codice GTIN nella Nota Fiscale Elettronica (NF-e)

    Dal 12 settembre 2022, è obbligatorio l'uso del Global Trade Item Number (GTIN) sulla Nota Fiscale Elettronica (NF-e).

    Nuovi parametri per il download in blocco di CFDI (Ricevute fiscali digitali) in Messico

    EDICOM, in qualità di Provider autorizzato di certificazioni, è autorizzato a scaricare fino a 200K documenti XML.