Fattura Elettronica

Conosci la Direttiva 2014/55/UE sulla Fatturazione Elettronica negli appalti pubblici

Direttiva 2014/55/UE

Direttiva 2014/55/UE: la Fatturazione Elettronica negli appalti pubblici in Europa

Da anni l'Europa è impegnata in un salto tecnologico per estendere l'e-Procurement. A tal fine è stata creata la Direttiva 2014/55/UE, entrata ufficialmente in vigore il 18 aprile 2019. Grazie a questa direttiva, tutte le pubbliche amministrazioni europee devono essere in grado di accettare fatture in formato elettronico dai propri fornitori.

Grazie alla definizione di standard aperti, le aziende possono negoziare elettronicamente con qualsiasi acquirente del settore pubblico europeo ed eseguire processi di approvvigionamento. In questo modo, le possibilità di contrattazione e, quindi, di business, sono maggiori. Le due sintassi scelte dal CEN sono le seguenti:

  • Messaggio XML Cross Industry Invoice UN/CEFACT secondo specifiche dello schema XML 16B (SCRDM — CII).
  • Messaggi UBL di fattura e nota di credito secondo la norma ISO/IEC 19845:2015.

La Commissione Europea, attraverso una consultazione pubblica avviata nel marzo 2023 sulla direttiva sulla Fatturazione Elettronica, chiede pareri sui seguenti temi:

  • Successo nel raggiungimento degli obiettivi;
  • Effetti sul mercato interno;
  • Adozione negli appalti pubblici;
  • Costi e benefici per gli utenti della fatturazione elettronica.
  • Coerenza con altre iniziative dell'UE, come l'IVA nell'era digitale (ViDA), la strategia di standardizzazione dell'UE e le specifiche dell'eDelivery Building Block.

Come funziona la rete Peppol?

Con l'obiettivo di promuovere l'interoperabilità, è stata creata e sviluppata la rete europea Peppol, basata su un'infrastruttura tra punti di accesso certificati e applicabile sia in ambito pubblico che privato a livello globale.

L'accreditamento come Peppol Access Point consente a EDICOM di connettersi alla piattaforma Peppol, attraverso la quale aziende private e governi europei possono scambiare documenti elettronici di vario tipo. EDICOM dispone inoltre della certificazione SMP (Service Metadata Publisher), che le consente di gestire la propria infrastruttura di identificatori nella rete Peppol collegata al SML (Service Metadata Locator).

Servizi fiduciari eIDAS per garantire l'integrità dei documenti

EDICOM è un fornitore qualificato di servizi fiduciari per l'emissione di certificati elettronici qualificati per firme elettroniche e sigilli elettronici, l'emissione di marche temporali e un servizio qualificato per la conservazione di sigilli elettronici qualificati. EDICOM fornisce un servizio di archiviazione elettronica che apporta ai documenti valenza legale e giuridica nell'ambito dell'Unione Europea.

Grazie all’erogazione del Servizio Qualificato di Conservazione di Sigilli Elettronici Qualificati integrato nella piattaforma EDICOMLta, EDICOM è in grado di preservare a lungo termine le condizioni legali di documenti e file archiviati, garantendo nel tempo la loro autenticità ed integrità.

EDICOM News Italia | Scopri di più su Fattura Elettronica

Fatturazione elettronica B2B negli Emirati Arabi Uniti (EAU): Peppol DCTCE previsto per il 2026

Il governo degli Emirati Arabi Uniti si sta preparando all'introduzione massiva della fattura elettronica B2B entro il 2026

Portogallo: fatturazione elettronica con la Pubblica Amministrazione

Scopri gli elementi chiave della fatturazione elettronica B2G in Portogallo.

La Malesia introduce la fatturazione elettronica: modello CTC con pre-validazione

L'obbligo di fatturazione elettronica B2B scatterà nell'agosto 2024