Fattura Elettronica

Come fatturare in modalità elettronica in Turchia

fatturare in modalità elettronica in Turchia

La Turkish Revenue Administration (TRA) ha pubblicato una bozza che apporta delle modifiche agli obblighi fiscali che appaiono nel comunicato 509, al fine di portare avanti la diffusione massiccia della fattura elettronica in modo graduale all’interno del paese.

Queste modifiche si riferiscono alla fatturazione delle aziende che sono obbligate ad emettere e dichiarare fatture alla TRA.

L'uso della Fattura Elettronica è obbligatorio in Turchia dal 2014, anno in cui è stata avviata la sua introduzione scaglionata per settori e per volume di fatturato delle aziende in ambito B2B.

All'inserimento graduale dei contribuenti in ambito B2B ora viene ad aggiungersi l'uso obbligatorio della Fattura Elettronica nel settore pubblico. 

Sommario [Nascondi]

Nuovi obblighi fiscali

Ambito B2G

Da marzo 2021 tutte le aziende pubbliche hanno l’obbligo di poter ricevere Fatture Elettroniche e, se i loro fornitori sono già iscritti nella TRA, possono emettere fatture specificando il codice KAMU.  

Nuovi obblighi fiscali da luglio 2021:

Tutti gli organismi sia pubblici sia privati che hanno un accordo con la Previdenza Sociale SGK dovranno dichiarare fatture e-Fatura ed e-archive alla TRA. 

Ambito B2B

Attualmente in ambito B2B hanno l'obbligo di emettere Fatture Elettroniche tutte le aziende con un volume di fatturato superiore a 5 milioni di lire turche.

Nuovi obblighi fiscali da luglio 2021:

Tutte le aziende non obbligate a iscriversi alla TRA dovranno dichiarare le fatture superiori a 5.000 lire o con un fatturato giornaliero superiore a 30.000 lire in formato e-Arsiv Fatura.

Entra in vigore la dichiarazione di scontrini elettronici e-Adisyon. Le aziende del settore dei servizi (turismo - ristorazione) che emettono scontrini cartacei ora dovranno dichiarare in scontrini in formato elettronico e-Adisyon. La TRA pubblicherà una lista delle aziende interessate, le quali dovranno rispettare la nuova normativa entro tre mesi dalla sua pubblicazione. 

Altre modifiche previste: 

Si prevede che le note spese elettroniche e-Gider Pusulu prossimamente dovranno essere dichiarate obbligatoriamente. Per il momento la loro dichiarazione è solo volontaria. 

La Fattura Elettronica in Turchia: e-Fatura ed e-Arşiv

Il sistema di Fatturazione Elettronica in Turchia distingue due tipi di fatture. Da una parte, la e-Fatura, ossia la Fattura Elettronica tra aziende che devono essere iscritte alla TRA e, dall'altra, la e-Arşiv, ossia la Fattura Elettronica che deve essere consegnata ai riceventi non iscritti alla TRA, si tratta soprattutto di Fatture Elettroniche emesse in ambito B2B e B2C. Attualmente tutte le aziende turche con un fatturato superiore a 5 milioni di lire turche devono emettere sia e-Fatura sia e-Arsiv in base al ricevente delle stesse. A partire dal 1º gennaio 2020, tutte le aziende registrate nella TRA devono dichiarare entrambi i tipi di fattura, sia la e-Fatura che l’e-Arsiv.

e-Fatura

Finora tutte le aziende con un fatturato superiore a 5 milioni di lire turche dovevano emettere e dichiarare la e-Fatura. A partire da luglio 2022 saranno obbligate le aziende che nel 2021 hanno fatturato oltre 4 milioni. A seguire, lo saranno anche le società che nel 2022 hanno fatturato oltre 3 milioni di lire turche. Questo progetto incorporerà progressivamente tutte le società in modo che finalmente tutte dichiarino le loro fatture alla TRA.

e-Arşiv Fatura

La e-arşiv Fatura è la Fattura Elettronica che le aziende devono inoltrare a tutti i clienti non inscritti alla TRA. Le aziende hanno l'obbligo di spedire tali fatture con mezzi elettronici ai propri destinatari. Ciò comporta una grossa sfida poiché molti dei destinatari non lavorano con soluzioni integrate e, per questo, EDICOM mediante la sua piattaforma di pubblicazione Business@mail offre alle aziende la possibilità di pubblicare le e-Arşiv Fatura a questi clienti in modo che possano consultarle. La pubblicazione delle fatture avviene in modo completamente automatico e integrato con i relativi sistemi di gestione. Tutte le volte che viene spedita una Fattura Elettronica, il destinatario riceve un messaggio con un avviso per invitarlo a consultarla in Business@mail. La soluzione offre un insieme di notifiche con informazioni circa lo stato di consultazione di tali fatture, consentendo un assoluto controllo nel flusso di comunicazioni con i clienti.

E-Irsaliye - Bolla di Consegna

e-Irsaliye, e-Delivery o le Bolle di Consegna Elettroniche devono essere dichiarate nel portale della TRA dalle aziende che hanno l'obbligo di emettere Fatture Elettroniche.

La bozza modifica anche l’obbligatorietà di emettere delle bolle di accompagnamento elettroniche, un obbligo applicabile alle aziende che abbiano fatturato più di 10 milioni di TRY nel 2021.

Requisiti per emettere Fatture Elettroniche in Turchia

  • Le aziende che desiderano fatturare in Turchia devono iscriversi alla TRA con il proprio VKN, che è un codice fiscale.
  • Devono inoltre compilare una serie di documenti pubblicati sul portale del governo, spetta al consulente fiscale stabilire esattamente le informazioni che bisogna fornire.
  • Le aziende devono possedere un certificato digitale di persona fisica e un sigillo elettronico della società per identificarsi nella TRA e garantire la sicurezza delle operazioni effettuate nel  portale.  

Come funziona il sistema di Fatturazione Elettronica in Turchia

La Turchia ha imposto un modello centralizzato B2B2G di Fatturazione Elettronica tramite il portale dell'amministrazione fiscale turca Turkish Revenue Administration (TRA). 

Una volta autorizzate dalla TRA, le aziende devono inoltrare le Fatture in formato UBL-TR 1.2 sul portale della TRA. Tale processo avviene automaticamente e immediatamente mediante la Piattaforma GLOBAL E-INVOICING di EDICOM. La soluzione Edicom raccoglie i dati dall'ERP, li converte nel formato richiesto e, una volta confermati, li fa pervenire alla TRA. La TRA approva tale messaggio e invia al destinatario il relativo documento di fatturazione.

È obbligatorio che le Fatture Elettroniche siano custodite per 10 anni in assoluta sicurezza, garantendo l'integrità dei documenti nel corso del tempo, per cui si esige la firma digitale dei documenti salvati secondo lo standard.

La piattaforma GLOBAL E-INVOICING consente di spedire e di ricevere in modo centralizzato, automatico e sicuro qualsiasi tipo di Fattura Elettronica a prescindere dal paese in cui si opera, adattando i documenti alla legislazione in vigore in ogni luogo. GLOBAL E-INVOICING è anche in grado di scambiare qualsiasi altro tipo di documento commerciale come le bolle di spedizione e-Irsaliye.

Evoluzione della Fattura Elettronica in Turchia

Il processo di Fatturazione Elettronica in Turchia ha avuto inizio nel 2010 con l'approvazione della Tax Procedure Law (VUK) che conferisce alla Fattura Elettronica il medesimo valore legale della fattura cartacea. Nel 2014 si è avviata la sua implementazione su larga scala; da allora, sono stati aggiunti al sistema di fatturazione turco nuovi soggetti obbligati in base al loro volume d'affari annuale e al settore d'impresa. Attualmente, l'uso massificato della Fattura Elettronica si sta ampliando nel settore pubblico. 

  • 2011 – Le aziende del settore petrolifero, dell'alcol e del tabacco sono state le prime a essere obbligate a dichiarare Fatture Elettroniche.
  • 2014 – Aziende con fatturato superiore a 25 milioni di lire turche.
  • 2016 – Aziende con fatturato superiore a 10 milioni di lire turche.
  • 2019 – Aziende con fatturato superiore a 5 milioni di lire turche. 
  • 2020 – Diviene obbligatoria la dichiarazione della bolla elettronica e-Irsaliye per tutti coloro che emettono Fatture Elettroniche. 
  • 2021 – Tutti gli organismi pubblici dovranno essere in grado di ricevere Fatture Elettroniche.
  • 2021 – Gli enti privati o pubblici che hanno un accordo con la Previdenza Sociale devono emettere Fatture Elettroniche.
  • 2021 – Tutte le aziende non obbligate a iscriversi alla TRA dovranno dichiarare le fatture superiori a 5.000 lire o con un fatturato giornaliero superiore a 30.000 lire in formato e-Arsiv Fatura. 
  • 2022– Luglio - Tutte le aziende che hanno fatturato più di 4 milioni di lire turche nel 2021 dovranno emettere e dichiarare la e-Fatura e la e-Arsiv (e-invoice ed e-archive invoice)
  • 2022 – Luglio - Tutte le aziende che hanno fatturato più di 10 milioni di lire turche nel 2021 dovranno emettere e dichiarare la e-Irsaliye (e-Waybill)
  • 2023 – Luglio - Le aziende che hanno fatturato più di 3 milioni di lire turche nel 2022 dovranno dichiarare anche la e-Fatura e la e-Arsiv (e-invoice ed e-archive invoice)

 

EDICOM coordinates GOVEIN2019 project (Action No: 2019-EU-IA-0046)

GOVEIN 19 EDICOM

*The contents of this publication belong solely to EDICOM GROUP and do not necessarily reflect the opinion of the European Union.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Gli Stati Uniti lanciano il loro progetto pilota per la fatturazione elettronica

La Business Payments Coalition insieme alla Federal Reserve sta sviluppando un progetto pilota

La Polonia renderà obbligatorio l'uso della Fatturazione Elettronica B2B

La massificazione è iniziata in maniera volontaria lo scorso ottobre del 2021 e sarà obbligatoria a partire dal 2023

Il Belgio estende la fatturazione elettronica B2G a tutti i suoi fornitori

Il governo belga ha approvato un progetto di Regio Decreto sull'implementazione della fatturazione elettronica