Fattura Elettronica

La Nuova Zelanda avvia il suo progetto di fatturazione elettronica

fatturazione elettronica Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda segue i passi dell'Australia ed avanza nell'implementazione della fatturazione elettronica. Il governo della Nuova Zelanda è impegnato nell'implementazione della fatturazione elettronica per facilitare i processi di gestione aziendale e fiscale.

Il governo ha annunciato che le amministrazioni del governo centrale dovrebbero essere in grado di ricevere le fatture in formato elettronico dal 31 marzo 2022. È un primo passo per rendere obbligatoria la fatturazione elettronica B2G in Nuova Zelanda. È previsto che entro il 2026 il 90% delle agenzie centrali utilizzi solo fatture elettroniche.

L'obiettivo è quello di semplificare i processi di gestione e far risparmiare sui costi le aziende che gestiscono grandi volumi di fatture. Inoltre, la digitalizzazione di questo processo contribuisce a ridurre i tempi amministrativi ed a combattere le frodi fiscali. Il governo della Nuova Zelanda stima un risparmio di 4,4 miliardi di dollari neozelandesi in 10 anni grazie all'uso dei sistemi elettronici.

La rete PEPPOL

Il modello di connettività scelto dalla Nuova Zelanda è quello della rete PEPPOL. Le aziende dovranno dotarsi un punto di accesso PEPPOL certificato per poter scambiare fatture elettroniche.

EDICOM è certificato come Access Point per la rete PEPPOL in Australia e Nuova Zelanda. Per questo, qualsiasi azienda o ente pubblico che desideri fatturare elettronicamente in Australia o Nuova Zelanda può farlo tramite la piattaforma di Global e-Invoicing di EDICOM.

EDICOM PEPPOL Access Point consente alle amministrazioni pubbliche di interagire con la loro comunità di interlocutori e fornitori attraverso soluzioni integrate che automatizzano lo scambio di tutti i tipi di documenti elettronici secondo lo standard PEPPOL-XML.

Inizialmente PEPPOL era disponibile solo per i Paesi europei, ma grazie al suo successo è in espansione fuori dall'Europa. Attualmente, ci sono membri OpenPeppol in 38 Paesi in totale (31 Paesi europei più Australia, Canada, Giappone, Messico, Nuova Zelanda, Singapore e Stati Uniti).

Piattaforma globale di Fatturazione elettronica

EDICOM mette a disposizione una piattaforma globale di fatturazione elettronica internazionale che centralizza l'emissione e la ricezione di tutte le tue fatture. La piattaforma di fatturazione elettronica internazionale di EDICOM implementa moduli con funzioni specifiche per adeguare i tuoi sistemi gestionali e contabili alle esigenze attuali nei vari paesi in cui è presente.

Se fai parte di un'azienda internazionale con filiali ed uffici dislocati in diversi Paesi, probabilmente hai bisogno che il tuo ERP sia in grado di emettere fatture elettroniche adattate alla legislazione di ciascun Paese in cui operi. Le soluzioni EDICOM possono aiutarti a ottimizzare le tue operazioni di gestione.

Vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Potrebbe interessarti anche leggere a proposito di...

Gli Stati Uniti lanciano il loro progetto pilota per la fatturazione elettronica

La Business Payments Coalition insieme alla Federal Reserve sta sviluppando un progetto pilota

La Polonia renderà obbligatorio l'uso della Fatturazione Elettronica B2B

La massificazione è iniziata in maniera volontaria lo scorso ottobre del 2021 e sarà obbligatoria a partire dal 2023

Il Belgio estende la fatturazione elettronica B2G a tutti i suoi fornitori

Il governo belga ha approvato un progetto di Regio Decreto sull'implementazione della fatturazione elettronica