Electronic Data Interchange - EDI

Quali tipi di messaggi EDI si utilizzano nella logistica?

logistica messagi edi

Nella catena di approvvigionamento è fondamentale una comunicazione fluida tra tutti gli attori affinché il prodotto arrivi in tempo e in condizioni ottimali al cliente finale. Senza alcun dubbio, uno degli elementi più importanti in tutto questo processo è quello della logistica. Gli operatori e i trasportatori devono compiere un ulteriore sforzo per raggiungere uno scambio di informazioni ottimale con i fornitori, i distributori, le dogane, i destinatari finali delle merci, ecc. Inoltre, devono farlo in tempi record e senza che si verifichino errori. Ciò spiega l’elevata penetrazione della tecnologia EDI in questo settore.

In questo post parliamo dei diversi tipi di messaggio che consentono di utilizzare questo sistema nel mondo della logistica e illustriamo in cosa consiste ognuno di questi.

  • ORDERS: Questa comunicazione viene emessa dal cliente ed è destinata al produttore. Si utilizza per inoltrare un ordine.
  • INSDES: Il produttore invia questo messaggio per comunicare la richiesta di preparazione di un nuovo ordine e lo inoltra all’operatore logistico, in modo che questo possa prepararsi in anticipo.
  • DESADV: Si tratta del messaggio più diffuso nel settore della logistica. Da un lato, viene utilizzato perché l’operatore logistico informi il cliente dell’avviso di spedizione delle merci; dall’altro, il produttore può inviarlo all’operatore logistico per avvisarlo dell’approvvigionamento a magazzino.
  • OSTRPT: Con questa comunicazione, l’operatore logistico informa il produttore sullo stato dell’ordine. Questo messaggio permette di conoscere in tempo reale la fase in cui si trova il processo e quindi permette di realizzare una stima temporale all’interno della catena di fornitura dei prodotti per il cliente finale. La tracciabilità è dunque garantita.
  • INVOIC: È definito come il messaggio elettronico con cui il produttore invia la fattura al suo cliente. Con l’inclusione di questo messaggio nelle comunicazioni B2B, si arriva a ridurre notevol: mente i tempi di pagamento.
  • PRICAT: Questo messaggio consente al produttore di mettere a conoscenza il suo partner del suo catalogo prodotti in tempo reale: riferimenti, caratteristiche, informazioni logistiche...tutti i dati rilevanti rimangono aggiornati. In questo modo si ottiene un allineamento del “product master”.
  • INVRPT: Il così detto Inventory Report e ha come obiettivo quello di fornire informazioni al produttore in merito alla qualità dei prodotti in stock e a quelli disponibili in magazzino.
  • RECADV: Insieme al messaggio DESADV è uno dei più utilizzati in questo settore e serve all’operatore logistico affinché possa confermare al produttore la ricezione dell’ordine. Con questo strumento si evita il rifiuto delle fatture a posteriori.

Messaggi EDI nel trasporto multimodale

Nell'ambito del trasporto multimodale, lo scambio di messaggi EDIFACT richiede anche messaggi specifici per questo particolare scenario. Tramite il Business Requirements Specification (BRS) vengono documentati i processi in cui sono coinvolti i diversi attori. Il BRS è una tabella di marcia che guida lo sviluppo degli standard in base alle esigenze del trasporto merci.

  • IFTMBF (International Forwarding and Transport Message Firm Booking): Messaggio di prenotazione dello spedizioniere (Firm Booking Message). Si tratta di un messaggio di spedizione unico, senza necessità di conferma. L'agente che prenota il servizio di trasporto conferma il servizio e dà il via libera all’attività di trasporto. È inteso come un impegno del mittente verso il soggetto che effettua il trasporto e che attiva l'operazione.
  • IFTMBC (International Forwarding and Transport Message Booking Confirmation): Booking Confirmation. Messaggio di conferma della prenotazione. Questo messaggio viene inviato dall'agente che esegue il trasporto o che gestisce il servizio di spedizione della merce all'agente che ha richiesto il servizio. La conferma non deve necessariamente essere un’accettazione, può essere un rifiuto o un’attesa di accettazione. Può applicarsi anche in altre aree della catena di approvvigionamento come i terminal di container, gli agenti marittimi, le compagnie di navigazione e i depot, tra gli altri.
  • IFTMIN (International Forwarding and Transport Message – Instructions): Shipping Instructions. Messaggio di istruzioni. Questo messaggio è inviato dall'agente che richiede il servizio di trasporto o la spedizione della merce. Questo messaggio contiene le istruzioni di spedizione alle condizioni concordate con chi gestisce la spedizione. Il messaggio di istruzione è l'unico messaggio che conduce al contratto vero e proprio, che può essere sia un documento sia un accordo.
  • IFTMCS (International Forwarding and Transport Message Contract Status): Messaggio di stato del contratto di istruzione. Questo messaggio viene inviato dall'agente che effettua il trasporto all'agente che gestisce il trasporto e raccoglie i dettagli, i termini e le condizioni del servizio. Questo messaggio viene di norma inviato dopo aver ricevuto il messaggio di istruzione (IFTMIN).
  • IFTSTA (Transport Status Message): Questo messaggio fornisce informazioni per rintracciare la merce. Consente di conoscere lo stato della spedizione o eventuali modifiche del suo stato. Può essere inviato come risultato di una richiesta di spedizione specifica o programmata a orari prestabiliti.

L'implementazione del Business Requirements Specification (BRS) attraverso questi messaggi EDI permetterà alle aziende di ottimizzare il loro intero processo logistico. Questi messaggi si applicano sia al trasporto nazionale che internazionale e non sono specifici di un particolare settore. Noi di EDICOM possiamo aiutarti a configurare il tuo BRS adattandolo alle esigenze della tua azienda. Consulta i nostri esperti senza impegno.

L’uso di questi messaggi automatizza il flusso delle comunicazioni della catena di fornitura e riduce il numero di errori. Inoltre, viene ottimizzata la gestione grazie alla tracciabilità garantita dalla tecnologia EDI e alla quale è possibile applicare processi di convalida.

Com’è possibile adottare l’EDI in questo settore?

EDICOM ha sviluppato diverse soluzioni tecnologiche concepite per la logistica, come l’infrastruttura di comunicazioni B2B EDICOMNet, lo strumento CRP Flow o il catalogo elettronico EDICOMData. Grazie a queste, le grandi aziende internazionali di questo settore, come DHL, Logista, il Grupo Carreras, FCC o Kuehne & Nagel, hanno semplificato e migliorato giorno dopo giorno la propria gestione,.

Spiega al team EDICOM di cosa hai bisogno

Approfitta dei vantaggi delle tecnologie di integrazione dei dati e decidi ora di espandere le tue vendite ec ottimizzare le tue operazioni. Contattaci per qualsiasi dubbio o domanda.

Contattaci ora

EDICOM News Italia | Scopri di più su Electronic Data Interchange - EDI

Strumenti e tecnologie per la gestione di grandi progetti EDI

Tecnologia e metodologia collaborativa per una gestione agile dei grandi progetti EDI con portata internazionale

A cosa serve il codice GLN e perché è importante per la tua attività?

Il GLN, un identificatore a 13 cifre specifico per ciascuna azienda, è necessario per lo scambio elettronico di dati tra...

Strategie per migliorare la crescita dei clienti e la scalabilità di una soluzione EDI

Scopri come ottimizzare la crescita dei clienti con una soluzione EDI scalabile