Fattura Elettronica

Progetti di Fattura Elettronica Internazionale

Edicom PDP Candidat

In un mondo globalizzato come il nostro, è comune trovare aziende che operano in un contesto internazionale. Non si tratta necessariamente di grandi aziende. Aziende di qualsiasi settore, grandi, medie e anche piccole, operano spesso con clienti, fornitori e altri partner al di fuori del Paese in cui ha sede la casa madre.

A volte ciò avviene attraverso filiali o affiliate situate in Paesi diversi. Quando le autorità fiscali di questi Paesi richiedono l'uso della fatturazione elettronica e/o la comunicazione di informazioni fiscali e contabili per via elettronica, i responsabili della sede centrale devono affrontare diverse sfide:

  • Come integrare in un unico sistema di gestione tutti i requisiti che i diversi Paesi hanno nelle loro normative interne in materia di Fatturazione Elettronica ed e-Reporting / e-VAT compliance.
  • Come consolidare le informazioni generate dalle diverse filiali, considerando che ognuna di esse elaborerà i dati in base alle normative e ai processi di ciascun Paese in cui opera.

Sempre più Paesi stanno scegliendo la Fatturazione Elettronica e l’e-Reporting come gli unici metodi validi per fatturare e per dichiarare le informazioni fiscali. Questo tipo di processi sono diventati una questione di stato che ha raggiunto i Paesi dei cinque continenti e che è destinata a crescere nei prossimi anni, potendo estendersi ai paesi di tutto il mondo.

In sintesi, si tratta di un problema a cui le aziende devono prepararsi in maniera adeguata. A maggior ragione se la loro attività è decentrata in più società gestite e dirette da centri decisionali centralizzati, o attraverso i cosiddetti Shared Services Centers che spesso sono dislocati dalle aziende internazionali in diverse regioni del mondo.

Le aziende potranno gestire le loro fatture elettroniche in Francia attraverso i PDP (Platforme de Dématérialisation Partenaires).

Queste piattaforme agiranno come terze parti accreditate dalla DGFiP (Direction Générale des Finances Publiques) per convalidare le fatture, presentarle all'hub che il governo francese ha istituito per centralizzare la distribuzione delle fatture nel Paese (il cosiddetto PPF -Portail Public de Facturation-) e inviarle al destinatario quando quest'ultimo si avvale dei servizi di un PDP.

Le aziende che aspirano a diventare PDP devono essere accreditate dalla DGFiP. I PDP accreditati avranno dimostrato che il loro servizio è fornito nel rispetto dei requisiti di sicurezza delle informazioni. Questo processo conferma anche la capacità del PDP di interoperare con altri partner accreditati.

La scelta di un PDP o di un altro sarà condizionata da aspetti quali la sua esperienza, l'affidabilità delle sue soluzioni, la disponibilità del servizio o la capacità di mantenere aggiornata la sua piattaforma.

Il valore aggiunto che può offrire in aree chiave come l'integrazione dei sistemi, l'elaborazione di grandi volumi di fatture o l'implementazione di soluzioni complementari per semplificare la gestione del ciclo di vita delle fatture sarà fondamentale per la scelta di un PDP rispetto a un altro.

Sono ammessi solo domini aziendali.

I dati personali raccolti saranno utilizzati dalle società del Gruppo EDICOM per trattare le richieste effettuate e/o gestire i servizi richiesti. Puoi esercitare i diritti di accesso, rettifica, opposizione, limitazione e portabilità dei tuoi dati in conformità con le disposizioni della politica sulla privacy.

Il nome non può essere vuoto Devi inserire la società È necessario inserire un numero di telefono Devi inserire una descrizione Devi inserire la tua posizione Accetta le condizioni

Tendenze nel Global e-Invoicing & Global e-Reporting

Se dovessimo parlare di tendenze nel campo della Fatturazione Elettronica e dell’e-Reporting (conosciuto anche come e-VAT Compliance o e-TAX Compliance), potremmo dire senza dubbio che rappresentano il futuro, nonostante in molte regioni del mondo siano già il presente, essendo stati implementati da molto tempo:

America Latina

L'America Latina è stata la regione del mondo che ha preso l'iniziativa in questo senso. I suoi modelli di Fatturazione Elettronica si sono rapidamente diffusi in tutto il continente, rendendola di fatto obbligatoria per tutte le aziende che desiderano operare in determinati Paesi.

In America Latina è difficile trovare un Paese in cui la fatturazione non venga ancora effettuata attraverso canali elettronici al 100%. Questo perché le autorità fiscali hanno individuato in questo sistema di scambio di fatture un meccanismo molto efficace per il controllo dell'attività economica del Paese e per la lotta all'evasione fiscale.

Europa

In Europa, dobbiamo tornare al 2014 per trovare il primo riferimento che preparava le basi di un obbligo di Fatturazione Elettronica. Si tratta della Direttiva 2014/55/UE del 16 aprile, che ha posto le basi affinché i Paesi dell'Unione sviluppassero una legislazione per recepire una direttiva che mirava a promuovere la trasparenza negli appalti pubblici attraverso, tra le altre misure, l'uso della Fatturazione Elettronica nei rapporti tra le amministrazioni pubbliche e i loro fornitori.

Oggi, numerosi Paesi hanno sviluppato iniziative nell'ambito di questa direttiva, obbligando i fornitori delle amministrazioni pubbliche spagnole, italiane o francesi a inviare le loro fatture secondo i formati, i canali e i meccanismi di crittografia definiti nei diversi progetti di fatturazione B2G (Business to Government).

Parallelamente, in numerosi Paesi europei sono state sviluppate iniziative di e-Reporting, e-Accounting o e-Waybill per la dichiarazione di imposte come l'IVA, la registrazione dei conti per via telematica presso l'autorità fiscale o il controllo delle merci e dei trasporti in transito all'interno di un Paese, o anche tra gli Stati membri dell'UE.

L'esperienza acquisita con queste iniziative è stata la chiave per Paesi come l'Italia, la Francia e la Spagna per rendere finalmente obbligatoria la Fatturazione Elettronica in generale, sia che si tratti della pubblica amministrazione che di soggetti privati. Nel primo caso (Italia), la fatturazione obbligatoria con criteri globali è già una realtà. In Francia, diventerà obbligatoria nel 2024 e anche in Spagna si prevede che venga attuata nel 2024.

Se all'elenco dei Paesi europei aggiungiamo le iniziative promosse, tra gli altri, da Belgio, Polonia, Ungheria e Romania, troviamo un conglomerato di Stati che si sono impegnati definitivamente per l'utilizzo massivo di questo tipo di sistema, ognuno con le proprie peculiarità e specificità, di cui dovrebbero tenere conto le aziende internazionali che operano in questi Paesi.

Africa

L'Africa è uno dei continenti con il maggior potenziale di sviluppo nell'implementazione di questo tipo di sistema.

Paesi importanti come l'Egitto lo hanno già adottato come criterio obbligatorio. Il Sudafrica, pur non avendolo reso un processo obbligatorio, è un Paese in cui il suo utilizzo è diffuso nelle relazioni business-to-business.

Il Ghana, che ha anch'esso iniziato la trasformazione verso la Fatturazione Elettronica, la Nigeria, l'Uganda o il Kenya sono territori in cui, in misura maggiore o minore, si stanno adottando iniziative per promuovere l'uso dell'e-VAT Reporting o della Fatturazione Elettronica.

Asia & Oceania

Il continente asiatico e il vasto territorio dell'Oceania stanno progressivamente adottando la fatturazione e la rendicontazione elettronica.

Taiwan, Malesia, Corea del Sud, Indonesia, Cina, ecc. Sono molti i Paesi con progetti consolidati o in evoluzione che stanno compiendo passi decisi verso la digitalizzazione di questi processi. In alcuni casi con criteri obbligatori per gran parte dei contribuenti di questi Paesi.

Altri Paesi, come Giappone, Australia, Nuova Zelanda e Singapore, hanno adottato il sistema Peppol, di origine europea e inizialmente concepito per stabilire un quadro interoperabile per gli appalti pubblici, che ha già superato i confini ed è diventato uno standard globale adottato da innumerevoli Paesi e settori privati in tutto il mondo.

Sono ammessi solo domini aziendali.

I dati personali raccolti saranno utilizzati dalle società del Gruppo EDICOM per trattare le richieste effettuate e/o gestire i servizi richiesti. Puoi esercitare i diritti di accesso, rettifica, opposizione, limitazione e portabilità dei tuoi dati in conformità con le disposizioni della politica sulla privacy.

Il nome non può essere vuoto Devi inserire la società È necessario inserire un numero di telefono Devi inserire una descrizione Devi inserire la tua posizione Accetta le condizioni

Cosa troverò nel corso sulla Fatturazione Elettronica internazionale?

Il nostro corso illustra gli elementi chiave che ogni manager che sta affrontando la sfida della centralizzazione dei processi di Fatturazione Elettronica e di e-Reporting dovrebbe conoscere.

EDICOM è specializzata nello sviluppo di soluzioni di integrazione dati e Fatturazione Elettronica dal 1995.
Tra i nostri oltre 16.000 clienti ci sono alcune delle più grandi aziende del mondo nei rispettivi settori. Aziende per le quali forniamo servizi di fatturazione e rendicontazione elettronica in oltre 80 Paesi, dove offriamo soluzioni adeguate alle normative vigenti in ciascun caso.

Questo corso è il risultato di tutta questa esperienza.

Dei nostri successi nello sviluppo di modelli globali di Fatturazione Elettronica e di e-Reporting.

Ma anche e soprattutto dei nostri errori.

Perché grazie ad essi, grazie all'apprendimento che ne abbiamo tratto, siamo riusciti a diventare ciò che siamo oggi:

Uno dei principali punti di riferimento su scala mondiale nello sviluppo di soluzioni globali di compliance internazionale.

Questo corso è innanzitutto una guida.

Un riferimento con cui gettare le basi per preparare il tuo progetto nel miglior modo possibile.

In modo che tu possa beneficiare di ciò che noi di EDICOM abbiamo imparato nel corso di tutti questi anni.

Ecco alcuni degli elementi che troverai nel nostro corso:

  • Perché ci sono più di 40 Paesi con progetti di Fatturazione Elettronica attivi in tutto il mondo e quali sono le prospettive di crescita per i prossimi anni.
  • Che cos'è l'e-Reporting e come si differenzia dalla Fatturazione Elettronica.
  • Cosa sono i sistemi di Clearance, Post Audit, PEPPOL e Real Time Reporting. Tutti questi modelli consentono di gestire lo scambio di fatture e altri documenti fiscali secondo metodi e procedure specifiche. Modelli che potresti incontrare nei Paesi in cui opera la tua azienda.
  • Quali sono le cose che devi chiedere al tuo fornitore di Fatturazione Elettronica internazionale per avere la massima garanzia di successo del tuo progetto.
  • Quali sono i servizi essenziali che compongono una piattaforma centrale di Fatturazione Elettronica. La nostra ovviamente li ha, e qualunque sia il tuo fornitore, dovrebbe offrirli anche a te.

Come posso accedere al corso?

È sufficiente compilare il modulo sottostante.

Se è la prima volta che ti registri sul nostro sito, ti chiederemo di verificare il tuo indirizzo e-mail. Una volta verificato, avrai accesso immediato a tutti i contenuti.

Ci auguriamo che ti piaccia e, soprattutto, che ti risulti utile.

Ecco qui:

Sono ammessi solo domini aziendali.

I dati personali raccolti saranno utilizzati dalle società del Gruppo EDICOM per trattare le richieste effettuate e/o gestire i servizi richiesti. Puoi esercitare i diritti di accesso, rettifica, opposizione, limitazione e portabilità dei tuoi dati in conformità con le disposizioni della politica sulla privacy.

Il nome non può essere vuoto Devi inserire la società È necessario inserire un numero di telefono Devi inserire una descrizione Devi inserire la tua posizione Accetta le condizioni

EDICOM News Italia | Scopri di più su Fattura Elettronica

El Salvador: Come funziona la Fattura Elettronica nel Paese

El Salvador prosegue nello sviluppo di un sistema di Fattura Elettronica. 

Il modello Peppol 4-corner e il 5-corner Peppol CTC

Peppol è un sistema interoperabile di scambio di documenti elettronici che può funzionare come modello a 4 o a 5 angoli.

Tutto sul sistema di Fatturazione Elettronica del Perù

Il Sistema di Emissione Elettronica - SEE sta per finalizzare la sua attuazione con l'incorporazione del 100% delle aziende